CastelliToday

I treni più infernali d'Italia? Quelli per i Castelli Romani

Nel rapporto Pendolaria 2014 che Legambiente presenterà ufficialmente il prossimo 18 dicembre i treni per i Castelli Romani conquistano il primo posto come linee peggiori d'Italia per i viaggiatori battendo le tratte della Campania e della Sicilia

La classifica Pendolaria 2014

“Altro che Sblocca Italia, Governo e Regioni s'impegnino per migliorare il trasporto pubblico su ferro”: questo il commento di Legambiente che ha anticipato i risultati del rapporto Pendolaria 2014 che ogni anno racconta le disavventure che i viaggiatori vivono quotidianamente sui treni pendolari.

Dopo anni in cui i treni per i Castelli Romani (le linee Roma-Albano, Roma-Frascati e Roma-Velletri) ottenevano solo posizioni d'onore quest'anno si aggiudicano il titolo di linee pendolari più infernali d'Italia, strappando il gradino più alto del podio alla Circumflegrea e alla Bergamo-Milano.

Treni affollati, lenti, spesso in ritardo. Ed ancora treni soppressi, guasti improvvisi, carrozze sovraffollate senza contare i problemi di circolazione legati spesso al binario unico che causano ulteriori ritardi: sono solo alcune delle peculiarità dei treni dei Castelli Romani che ne fanno il trasporto peggiore d'Italia soprattutto se si calcola che si sta parlando dei collegamenti con la Capitale, che se in tutta Europa è questione di minuti per quelli castellani diventa questione di ore.  

Così il rapporto Pendolaria descrive le linee ferrovearie dei Castelli Romani: "Il sistema è composto da 3 linee che collegano la stazione Termini con Ciampino e si diramano verso Frascati, Velletri ed Albano Laziale. Il problema in comune alle tre linee è quello di una infrastruttura vecchia e che a Ciampino diventa ad unico binario per tutte e tre le direttrici. La linea potrebbe rappresentare un'opportunità reale di mobilità per una delle aree più abitate del Lazio, con un bacino potenziale di utenti del ferro di 450.000 abitanti".

Il  vice presidente di Legambiente Edoardo Zanchini non usa mezzi termini nel commentare i risultati della ricerca: " Per i pendolari il servizio, in larga parte delle Regioni, è andato peggiorando e continuerà a vedere tagli per la riduzione e l'incertezza delle risorse. Per quei tre milioni di cittadini che ogni giorno prendono il treno per andare a lavorare o gli studenti per raggiungere scuole e università, la situazione diventa sempre più difficile a causa di treni troppo spesso vecchi, lenti e in ritardo".

"Di fronte a questa vera e propria emergenza nazionale, occorre un cambio di rotta della politica. È vergognoso - aggiunge Zanchini - che il Governo non intervenga e che gli stanziamenti erogati dalle Regioni per questo servizio siano talmente risibili da non arrivare in media nemmeno allo 0,35% dei bilanci. La nostra mobilitazione a fianco dei pendolari punta a cambiare questo stato di cose, Governo e Regioni devono impegnarsi concretamente per migliorare il trasposto pubblico su ferro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento