CastelliToday

Velletri: tensione e scontri per l'installazione di una nuova antenna telefonica

Ieri momenti di tensione per una nuova antenna telefonica a Via Pratolungo. L'assessore Masi cerca di fare chiarezza: "Possiamo indirizzare l'installazione degli impianti non vietarla"

L'antenna installata a via pratolungo

Da mesi il Comitato StopAntenna di Velletri è attivo per fermare l'installazione sul territorio comunale delle antenne di telefonia mobile, quelle alte quasi trenta metri che nascono da un giorno all'altro.  Ieri ci sono stati momenti di tensione per l'installazione di una nuova antenna telefonica  nella zona di Via Pratolungo.

Nei mesi scorsi l'amministrazione comunale aveva deciso di revisionare il piano antenne con il supporto di una società specializzata, piano che verrà presentato il prossimo 7 agosto in un'iniziativa pubblica, ma nel frattempo continuano a essere installate le antenne già autorizzate dopo il momentaneo blocco dei lavori.

Il Comitato StopAntenna contesta l'atteggiamento dell'amministrazione comunale: "Noi ce la stiamo mettendo tutta e più volte abbiamo evidenziato delle stranezze relativamente alla questione antenne, ma ancora oggi sono molte le questioni che rimangono irrisolte", scrivono in alcune note sui social network gli attivisti del comitato.

"Abbiamo deciso di brindare a tutte le incoerenze manifestate fino ad oggi da questa Amministrazione, di brindare all'ultima antenna realizzata (attenzione: ne verranno realizzate altre) nella speranza che, inebriati da un aperitivo (poco) alcolico, tutto diventi più chiaro", chiosano con ironia.  

L'amministrazione comunale con l'assessore all'ambiente Luca Masi ha chiarito che per le normative nazionali i comuni non possono impedire l'installazione degli impianti di telefonia se regolarmente autorizzati, possono solo indirizzare l'installazione secondo i criteri fissati dal regolamento comunale per le antenne e il relativo piano

"L’approvazione del piano vincolerà gli operatori a rispettare il dettato comunale sempre nel limite del posizionamento degli impianti e non della possibilità di diniego che non può essere esercitata dalle autorità comunali. È bene partire da questo assunto che è stato ribadito da numerose sentenze del TAR anche avverso ai ricorsi presentati contro le ordinanze del Comune di Velletri compreso il ricorso fatto dai cittadini appartenenti al Comitato che non hanno visto accolte le proprie istanze di sospensione del provvedimento dell’antenna di via Appia Sud proprio per questi motivi", spiega l'assessore in una nota di stampa.

L'amministrazione comunale da parte sua per monitorare i livelli di inquinamento elettromagnetico sul territorio comunale ha avviato l'installazione di sonde di monitoraggio ambientale. La prima è già stata installata sull’edificio della Caritas di piazza Ignazio Galli e sta misurando le emissioni già dal 15 maggio. La seconda sonda sarà installata la prossima settimana e ubicata nei pressi degli altri impianti che sono sotto sorveglianza.

Da segnalare, come evidenziato da una nota di stampa del circolo veliterno del Partito Democratico, che il sindaco Fausto Sevadio dopo gli attacchi a mezzo stampa ricevuti sul caso antenne ha visto la sua ato danneggiata da ignoti. L'autovettura è stata graffiata mentre era stata parceggiata sotto il palazzo comunale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento