rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Velletri Velletri / Piazza Cairoli

Velletri: rimossa la storica bacheca de L'Unità a Piazza Cairoli

Un pezzo di storia di Velletri che se ne va: è stata rimossa la tradizionale bacheca di Piazza Cairoli dove ogni mattina venivano esposti gli articoli de L'Unità. La rimozione avvenuta su denuncia di due consiglieri

Un pezzo di storia politica e culturale di Velletri che se ne va: dopo cinquant'anni di onorata carriera è stata rimossa la bacheca de L'Unità di Piazza Cairoli, dove da decenni i simpatizzanti e i militanti di sinistra si fermavano a leggere gli articoli estratti dal giornale fondato da Gramsci.Increduli i tanti dirigenti di partito, gli anziani e non solo insieme ai sindacati e ai partiti tutti del centro-sinistra, numerosi i commenti sul web che definiscono come semplicemente "pazzesca" la cosa.

Perché la bacheca è stata rimossa? Per una scelta politica? Perché non attirava più nessuno alla lettura ed era inutile? Niente di tutto questo. La bacheca è stata rimossa per un esposto presentato da due consiglieri eletti nel Partito Democratico e da qualche mese passati all'opposizione dopo la formalizzazione dell'espulsione avvenuta da partito lo scorso febbraio, Fabio Taddei e Stefano Bagaglini.

I due consiglieri hanno presentato e sollecitato i vigili urbani a rimuovere la bacheca che stando ai documenti presentati era abusiva e da quarant'anni nessuno pensava a pagare la tassa di affissione.

"Abbiamo già fatto richiesta al Comune di bacheche nuove che rispettino tutte le normative anche col pagamento della tassa di affissione dovuta, da mettere sotto gli stessi portici di Piazza Cairoli per tutti i partiti che ne volessero e non solo per uno - dicono i consiglieri Taddei e Bagaglini - Chi vorrà continuare a fare volontariato nell’affissione dei giornali, potrà continuare a farlo ma nel rispetto della regole del vivere civile. Siamo disposti a difendere in ogni sede anche legale qualsiasi attacco strumentale e denigrante il nostro operato in piena legalità. Questa è legalità e democrazia!"

Il Partito Democratico di Velletri è stato il primo a sentirsi colpito dall'azione dei due ex colleghi di partito e ha considerato il gesto una sorta di ripicca: "Far rimuovere la Bacheca è stato come cancellare di colpo un pezzo di storia di Velletri e questo indipendentemente dalla militanza politica. La Bacheca non dava fastidio a nessuno, non arrecava pericoli e non aveva alcuna funzione negativa. Il Partito coglie anzi l’occasione per ringraziare Marcello Mastrostefano che ogni mattina provvedeva a fare la rassegna stampa dell’Unità e pubblicare le pagine che riteneva più interessanti".

Viene quasi da riflettere: si fa una battaglia politica per una bacheca "abusiva" che sempliecemente diffondeva articoli di giornali e magari non si portano avanti serie battaglie politiche, perché no contro l'abusivismo edilizio, perché no contro il degrado urbano. Se così deve essere si spera che a Velletri presto verranno abbattutti tutti gli edifici e i capannoni abusivi e si lotti contro la vera speculazione del territorio.  

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velletri: rimossa la storica bacheca de L'Unità a Piazza Cairoli

RomaToday è in caricamento