Giovedì, 29 Luglio 2021
Velletri Via Colle dei Marmi

Velletri: caso Davide Cervia, dopo 23 anni spunta un nuovo testimone

La rivelazione di un nuovo testimone per il caso del militare di Velletri scomparso nel nulla 23 anni annunciata nella trasmissione Chi l'ha visto?

Dopo 22 anni dal misterioroso rapimento dell'ex militare di Velletri Davide Cervia e dopo l'avvio del processo intentato dai famigliari contro i Ministeri della difesa e della giustizia per omessa verità, spunta un nuovo testimone.

A presentare la testimonianza la trasmissione Chi l'ha visto? che nella puntata di stasera 6 febbraio ha mandato in onda l'intervista realizzata a questo ipotetico testimone del caso Cervia, mai ascoltato dagli inquirenti.

L'uomo, rimasto anonimo, racconta che  insieme alla compagna di quel periodo stava tornando dal lavoro verso Genzano quando sopraggiunto all'incrocio con via Colle dei Marmi : "Ho dovuto fare una brusca frenata ai limiti del tamponamento stessa cosa fece l'autista di un autobus della Cotral. Due macchine si immettevano sull'Appia una scura e l'altra più chiara, una era una Golf e visto il tipo di macchina pensavo si trattasse di una bravata da ragazzi".La descrizione corrisponde a quella fornita dal defunto vicino di casa di Davide Cervia e a quella dell'autista Cotral di cui ha riferito il nuovo testimone.

"L'altra auto non aveva contrassegni di bollo e assicurazione, ho subito pensato che fosse un'auto civetta della polizia. Ho visto bene il particolare perché il loro parabrezza era proprio sul mio davanti perché sono arrivati dalla mia sinistra", racconta il testimone.

La moglie di Davide Cervia non si rassegna: "Un cittadino dello stato italiano è stato venduto dalle nostre istituzioni come accessorio agli armamenti che vengono esportati. Ecco perché tutte queste minacce. Noi non ci arrendiamo. Davide non è stato tutelato, non non siamo stati tutelati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velletri: caso Davide Cervia, dopo 23 anni spunta un nuovo testimone

RomaToday è in caricamento