CastelliToday

Velletri: i disabili protagonisti dell'educazione ambientale

Gli utenti del Centro diurno per la riabilitazione psichiatrica Roma H Distretto H5 di Velletri sono impegnati in quattro appuntamenti di escursioni tra la natura nel Parco dei Castelli Romani. Nel secondo appuntamento gita sul lago Albano

Gli utenti del centro diurno sulla barca del Parco dei Castelli Romani

Un ciclo di quattro escursioni, organizzate e condotte dal Servizio educazione ambientale del Parco regionale dei Castelli Romani, destinate agli utenti del Centro diurno per la riabilitazione psichiatrica Roma H Distretto H5 di Velletri per vivere in libertà e sicurezza le bellezze del territorio dei Castelli: questo il progetto in corso di svolgimento in queste giornate estive che regala ai pazienti coinvolti insieme ai medici e infermieri passeggiate nei boschi, escursioni, lezioni per scoprire e conoscere piante, alberi e animali.

Nella giornata di oggi si è svolto il secondo appuntamento del progetto di educazione ambientale. Stavolta i pazienti sono stati impegnati in un'escursione sul lago Albano. Il gruppo, accompagnato degli operatori del Centro diurno, ha potuto apprezzare la bellezza dei paesaggi a bordo della barca didattica dell’Ente Parco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attenzione all'accessibilità alle risorse paesaggistiche dei Castelli Romani anche da parte dei portatori di disabilità sarà al centro delle prossime attività del Parco come ha spiegato il commissario straordinario, Sandro Caracci: “Questa iniziativa  va nella direzione di rendere fruibile il territorio per coloro che sono impegnati in un percorso di riabilitazione psichica. Il Parco torna a lavorare su tematiche delicate e importanti, riprendendo un progetto con il quale si vuole rendere accessibile una parte della rete sentieristica a coloro che presentano diverse tipologie di handicap. Facendo leva sul nuovo quadro finanziario dell'Unione Europea 2014/2020, il Parco intende coinvolgere soggetti pubblici e privati, in quello che è un progetto di accessibilità ma, soprattutto, di civiltà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento