Domenica, 13 Giugno 2021
Velletri Via degli Orti Ginnetti

Velletri: pronto soccorso senza posti, anziana curata in macchina

La notizia riportata dal quotidiano il Messaggero ha suscitato anche le reazioni politiche: all'ospedale Colombo di Velletri non c'era posto per curare un'anziana che è stata soccorsa in macchina

La notizia è stata riportata dal quotidiano nazionale il Messaggero e il fatto si è verificato nel fine settimana appena trascorso: un'anziana donna arrivata al pronto soccorso di Velletri, vista l'assenza di posti è stata curata nella macchina che l'aveva portata in ospedale.

L'anziana donna di 75 anni protagonista di questa vicenda dimessa dal pronto soccorso di Cosenza e giunta ai Castelli a casa della nipote è stata ricoverata prima all'ospedale di Albano e poi dimessa in modo protetto per poter poi effettuare un esame specialistico nella giornata di sabato mattina. Ma venerdì sera l'anziana si sente male con forti dolroi e viene accompagnata all'ospedale di Velletri Paolo Colombo e le viene assegnato un codice rosso per un blocco intestinale.

Prima le è stata assegnata una lettiga, ma poi serviva per casi più gravi e le è stata assegnata una sedia e successivamente per far distendere la donna è stata utilizzata la macchina di una delle figlie della donna, fino a lunedì quando si è liberato un posto letto.

Il fatto segnalato ai carabinieri ha suscitato anche le naturali reazioni politiche. Tonino D'Annibale, consigliere regionale del PD, non ha dubbi la sanità dei castelli è allo sbando: "Quanto accaduto al Paolo Colombo di Velletri dove, secondo il racconto di una delle figlie, una signora di 75 anni sarebbe rimasta per giorni in attesa che si liberasse un posto è la dimostrazione di come la sanità dei Castelli sia allo sbando. Mancano strutture, posti letto e luoghi di cura capaci di venire incontro con tempestività alle esigenze dei pazienti. L’odissea di questa donna che sarebbe stata costretta da venerdì a lunedì a fare la spola tra Albano e Velletri in cerca di un ricovero, la dice lunga sull’inadeguatezza del decreto 80 della Polverini. È stato un errore togliere posti all’ospedale di Velletri. La necessità di dare il via con la massima urgenza ai lavori per il nuovo ospedale dei Castelli, lavori rimasti inspiegabilmente fermi da un anno e mezzo, trova in questo racconto una drammatica, ennesima conferma”.

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velletri: pronto soccorso senza posti, anziana curata in macchina

RomaToday è in caricamento