Domenica, 24 Ottobre 2021
Marino Marino / Vicolo Divino Amore

Marino: primo scontro politico per Silvagni sul cimitero di Mazzamagna

Prima polemica politica per il nuovo sindaco Silvagni: Sel e PDCI hanno sollevato con toni polemici la questione della costruzione del nuovo cimitero di Mazzamagna

Già un anno fa, sempre in estate, i partiti di opposizione di Sinistra Ecologia e Libertà e PdCI di Marino avevano posto all'allora sindaco Adriano Palozzi e al suo subentrante De Santis che fine avesse fatto la "pratica" del nuovo cimitero di Mazzamagna. Non era mai giunta risposta e dal 2012 non era stata mai data evidenza pubblica all'aggiudicazione dei lavori tramite project financing del cimitero di Frattocchie per un valore di 25milioni di euro. Lo scorso dicembre poi era stata indetta una gara di appalto per l'ampliamento per emergenza sanitaria del cimitero monumentale di Marino centro.

“L’operato di questa giunta appare perlomeno schizofrenico. - afferma Maurizio Aversa, Segretario del PdCI marinese - Solo pochi mesi fa abbiamo sborsato centinaia di migliaia di euro per acquistare un terreno attiguo al Cimitero di Marino centro per poterlo ampliare, e subito dopo il Comune ne ha messo in vendita gran parte con asta pubblica. Non meraviglia, quindi, che anche sul Cimitero di Mazzamagna, del quale nel 2011 Palozzi annunciò l’inizio dei lavori, non se ne sappia più nulla”.

“In anni di monitoraggio della situazione come Unire la Sinistra (PdCI, PRC, SEL) anche da fuori al Consiglio Comunale - aggiunge Mirko Laurenti, Portavoce marinese di S.E.L. -, abbiamo costantemente portato avanti questa denuncia, aggiornandola con le anomalie che rilevavamo man mano. Per questo oggi, alla luce di questo ‘silenzio istituzionale’ su un appalto così oneroso per la comunità, e su ‘movimenti’ poco chiari intorno alle questioni cimiteriali, siamo costretti a rivolgerci ancora una volta all’Autorità per la Vigilanza sugli Appalti Pubblici e al Prefetto di Roma". 

La proposta dei due partiti di sinistra è quella di rinunciare alla costruzione del nuovo cimitero di Mazzamagna nella frazione di Frattocchie e procedere all'ampliamento e adeguamento dello storico cimitero monumentale.

Il nuovo sindaco Fabio Silvagni ha subito risposto alle questioni sollevate da Sel e da Comunisti Italiani e ha chiarito che in merito all'ampliamento del cimitero di Marino questo verrà presto portato all'attenzione del Consiglio Comunale luglio o a settembre: "Prevede 1920 loculi, 280 tombe e 400 posti comuni. Sono disponibile a illustrarlo in un incontro con una delegazione di PdCI e Sel”, ha dichiarato il primo cittadino.

Sul cimitero invece nuovo quello di Mazzamagna a parere del primo cittadino non ci sono irregolarità: "Non credo infatti serva alcuna commissione d’inchiesta perché non risultano illeciti nella gestione della vicenda cimitero a Mazzamagna. Tuttavia credo sia opportuno aggiungere dei passaggi che fino ad oggi non sono stati compiuti: in primo luogo un tavolo col Comune di Ciampino in quanto sono scaduti i trent’anni del precedente accordo”. Silvagni non esclude inoltre una possibile revisione degli accordi di appalto e alle novità intercorse nel frattempo.

 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marino: primo scontro politico per Silvagni sul cimitero di Mazzamagna

RomaToday è in caricamento