menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La via Latina. Foto Soprintendenza Belle Arti Paesaggio Etruria Meridionale

La via Latina. Foto Soprintendenza Belle Arti Paesaggio Etruria Meridionale

Antica via Latina, scoperto un nuovo tratto: “Era pochi centimetri sotto il livello stradale”

Nel tratto riportato alla luce ancora visibili i segni del secolare passaggio dei carri

A Grottaferrata, all’altezza dell'incrocio tra via del Tuscolo e via Tuscolana, è stato rinvenuto il tracciato di un’antica strada.

Poco sotto l'asfalto

“Appartiene molto probabilmente all’antica via Latina” ha fatto Gabriella Serio, archeologa della Soprintendenza per l’area metropolitana di Roma, commentando la recente scoperta. Il ritrovamento è avvenuto durante i lavori per l’estensione della rete del gas. Ed ha destato un certo stupore perché, il tratto in questione, si trova “poche decine di centimetri sotto l’attuale manto asfaltato”.

Il tratto appena scoperto

“Il tratto – ha spiegato la funzionaria della Soprintendenza – è costituito da una carreggiata di circa quattro metri e mezzo e presenta, sia a nord che a sud, dei cosiddetti vespai, un sistema utilizzato all’epoca per far defluire l’acqua. Lungo il lato sud – continua la Serio – sono stati inoltre ritrovati almeno due filari di blocchi di peperino grigio-verde, tipico dell’area dei Colli Albani, che saranno meglio indagati per comprenderne appieno l’utilizzo. È previsto anche un piccolo saggio nell’area a nord per appurare la stratigrafia al di sotto del piano stradale antico e individuare eventuali fasi precedenti”.

L'antica via Latina

L’area è ora stata recintata, per tutelare il bene archeologico ma anche in previsione di uno studio più approfondito del tracciato.  L’antica via Latina rappresentavano il più importante asse viario di collegamento tra il Lazio e la Campania. Partiva da Roma e, passando per la valle del Sacco e del Liro, si estendeva fino al centro di Capua. 

Nella Capitale sono ancora ben visibili alcuni tratti dell’antico percorso. Ad esempio adiacente al parco della Caffarella, dov’è presente la moderna via Latina, si conservano ancora alcuni metri del vecchio basolato. Più ampio è invece il tratto che si trova all’interno del parco degli Acquedotti, sempre nel quadrante sud della città. 

I segni dei carri e gli antichi rattoppi

Per quanto riguarda il tratto emerso nella zona di Grottaferrata,  si possono ancora notare i segni del passaggio secolare dei carri che avevano utilizzato quel fondo stradale. La strada, in una sorta di continuità temporale con la città comtemporanea, presenta anche delle antiche “romanelle”. Sono infatti  “evidenti – ha spiegato l’archeologa– anche i ‘rattoppi’ costituiti da scapoli di basalto di piccole dimensioni inseriti in tali solchi e il livellamento della carreggiata ottenuto con un sottile strato di malta”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento