menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genzano: perquisizione all'alba per un componente del movimento "Occupy Villa Lusi"

Perquisizione questa mattina di un componente del movimento Occupy Villa Lusi da parte dei carabinieri: le forze dell'ordine cercano chi ha dato fuoco al cancello della villa del senatore

Sebbene il senatore Lusi ora si trovi detenuto nel carcere di Rebibbia, la sua figura continua a essere presente a Genzano nella cittadina dei Castelli Romani dove viveva fino a ieri sera e dove ha atteso le forze dell'ordine per l'arresto.

Stamane all'alba alle 5 del mattino come denunciato dal Movimento Occupy Villa Lusi uno degli attivitsti del gruppo è stato oggetto di una perquisizione da parte dei carabinieri. La perquisizione è avvenuta nel corso delle indagini per individuare chi abbia tentato alcuni giorni fa di appiccare l'incendio nella villa del senatore. Il militante perquisito aveva in passato manifestato nelle varie iniziative per chiedere la restituzione della villa ai cittadini perché acquistata secondo il movimento Occupy Villa Lusi con soldi pubblici. La perquisizione non ha avuto effetti.

"Lo avevamo detto che la storia della molotov serviva solo per criminalizzare una mobilitazione - dichiarano dal movimento Occupy Villa Lusi - che oggi ormai trova il consenso di tutti visto il susseguirsi di articoli di giornali dove tutti, dai sindaci al consorzio biblioteche richiedono una proprietà e una gestione pubblica di villa Holdert. Nessuna criminalizzazione ci fermerà, la mobilitazione prosegue con gli occhi e le orecchie sempre aperti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento