CastelliToday

Inizia l'estate e i Castelli Romani sono a secco di acqua

E' bastata poco meno di una settimana di caldo e improvvisamente i Castelli Romani si ritrovano senza acqua: manca l'acqua ad Albano, Genzano e Velletri

E' bastata una settimana o poco meno di caldo intenso e i Castelli Romani si sono trovati con i rubinetti a secco, una situazione che si ripete tristemene ogni estate eppure fino a qualche giorno fa, le temperature erano tuttaltro che estive e pioveva, eccome se pioveva. Possibile che in pochissimi giorni siamo già in allarme siccità?

A Genzano al situazione più critica, intere zone delal città lasciate a secco per giorni anche durante un importante evento cittadino che richiama migliaia di visitatori come l'Infiorata. Il sindaco Gabbarini ha convocato per la giornata di domani una conferenza stampa per illustrare le problematiche legate all'emergenza idrica.

Su questo fronte il Comitato Genzano Sostenibile ha chiesto all'amministrazione comunale un controllo costante sulla qualità delle acque in città: "Chiediamo un controllo più serrato della qualità delle acque e perché non ci si accontenti dei dati forniti dal gestore Acea, ma si proceda a chiedere con maggior frequenza il controllo da parte della ASL di competenza. Infine si chiede una maggiore pressione verso il gestore del servizio idrico Acea per risolvere definitivamente le problematiche legate all’ interruzione di fornitura o alla diminuzione di  pressione, che con frequenza quasi quotidiana, da diversi mesi, interessano alcune zone di Genzano, Olmata, Selva, Montecagnoletto per citarne alcune note".

La situazione idrica in queste ore è complicata anche ad Albano dove per un problema elettrico sono fuoriservizio i  tre impianti di sollevamento dell'acqua potabile che alimentano il serbatoio dei Cappuccini. Sono in servizio delle autocisterne presso gli istituti scolastici dove si stanno svolgendo gli esami di maturità e presso gli ospedali. E' disponibile un'autocisterna con acqua potabile a Piazza Mazzini per permettere a tutti un rifornimento idrico per le utenze private. Il guasto di oggi si va ad aggiungere anche ai continui abbassamenti di pressione dei giorni scorsi che fanno restare i rubinetti asciutti per gran parte della giornata in numerose zon, da Cecchina ad Albano Centro.

Non va meglio a Velletri dove nella zona di via del Corso e vie attigue  da ormai otto giorni l'acqua non arriva e l'Acea non riesce a riparare un guasto. Carenza idrica anche nelle zone di Pioggi D'Oro, Via Appia Nord, faiola, Colle Noce, Contrada Fiume, via del Formello. L'assessorato ai beni comuni ha inviato due lettere ufficiali di reclamo all'Acea spa. L'Acea ha intanto comunicato che verrà presto reso noto il calendario delle turnazioni idriche che interesseranno le varie zone della città di Velletri.

Questa mattina la protezione civile ha rifornito le abitazioni con acqua potabili e l'assessore Andreozzi ha incontrato i cittadini in Piazza Mazzini per discutere delle problematiche del servizio idrico, per cui il prossimo 28 giugno si terrà in comune un incontro con Regione, Provincia e il gestore Acea.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento