Ariccia

Stamane al via il Forum per i Castelli Romani

Oggi ha preso il via il Forum per i Castelli Romani tre giorni di eventi, dibattiti e spettacoli per affermare l'identità dei Castelli Romani e le potenzialità economiche e turistiche

Ha preso il via stamane il Forum per i Castelli Romani: tre giorni di partecipazione diretta dei cittadini, eventi, dibattiti e spettacolo su tanti temi dall'ecologia all'economia, dalla cultura al lavoro per passare poi a società e volontariato. Uno spazio aperto, inclusivo, orizzontale e senza barriere, un'occasione per avviare insieme la rinascita del territorio dei Castelli Romani.

Oggi un centinaio di cittadini hanno perso parte all'inaugurazione e già a metà mattina i 16 i pannelli per la raccolta delle proposte sullo sviluppo sostenibile dei Castelli Romani erano pieni di proposte e di interventi “dal basso” con tante firme e nomi dei partecipanti.

Il sindaco di Ariccia Emlio Cianfanelli ha sostenuto che ci sia la necessità del “fare sistema per la valorizzazione e la tutela del territorio”  con tutti i sindaci dei Castelli Romani. 

Il turismo sostenibile è stato al centro del primo think tank di questo forum interamente organizzato dai cittadini.  Il professor Luca Andriola, consulente per di enti nazionali ed internazionali nonché docente alla Luiss, autore dell'annuale Rapporto sul turismo italiano, che punta tutto su una "visione verde" delle prospettive di sviluppo turistico anche per i Castelli:  “La green vision è una visione forte e non è associata a concetti troppo ambientalisti e low-cost”.

Per i Castelli Romani ha proposto una visione di marketing e di lancio del wellness castellano. “Il benessere non si delocalizza – ha detto– ed è l'unico settore che nella crisi 2008- 2009 ha registrato il 41% in più. Qui si deve vendere la qualità della vita, l'enogastronomia, il mangiar bene, ma anche lo sport, il tempo libero”.

Il wellness, la green vision, non è solo qualità, è anche posti di lavoro, dice Andriola. “Gli imprenditori devono capire che si deve stare attenti al controllo di gestione. Il Forum può organizzare corsi agli imprenditori e alle pubbliche amministrazioni sulla lotta agli sprechi”.

Anche le amministrazioni, però, devono agire, secondo il professore: “Le licenze per gli alberghi e per i gli esercizi di ristorazione dovrebbero essere a numero chiuso”, è una delle proposte. “Si devonoa dottare soluzioni legislative forti – continua – come ad esempio ha fatto il Veneto con la legge sui prodotti a chilometri zero: gli esercizi e anche gli eventi sono obbligati a dare solo prodotti locali”.

Il Turismo sostenibile,però,  deve durare nel tempo e allora perché nei Castelli Romani non essere i primi ad adottare non solo la green economy ma anche la “blue economy”? Il water saving è già forte in America, in Italia sarebbe il primo territorio, “vi caratterizzereste” -suggerisce Andriola -“Potreste anche distribuire certificazioni di sostenibilità alle strutture turistiche”, come ha fatto un noto booking italiano. Fate anche voi un marchio buy fresh, buy local”. Altro suggerimento del professore, “sì alla tassa di soggiorno per i turisti, sì al parcheggio salato per i pullman turistici”. E infine, “con un territorio e con queste risorse, perché non proporsi come location per film e spot?”.

Infine Vittorio Miconi, del consorzio che gestisce il Gran Sasso, marchio “Skypass dei Parchi”, ha ben illustrato il modello di azione per lo sviluppo di un territorio martoriato dalla crisi e poi dal terremoto. Le aziende leader del settore turistico locale hanno creato un consorzio, hanno messo intorno ad un tavolo i comuni, la provincia, la regione e gli enti parco e tutti insieme hanno elaborato una strategia di ripresa e di sviluppo che ha portato ad una convenzione per il rilancio di tutta l'area.

Poi la parola è passata ai cittadini con i loro interventi, idee , opinioni e con il loro bene per un territorio che nel passato era il vanto di tanti artisti all'epoca del Grand Tour.

Nel pomeriggio prosegue l'open space del forum: alle 18.30, conferenza sul santuario di Cerere rinvenuto a Casaletto (Vallericcia) a cura dell'Archeoclub. Nella piazza e nelle strade di Ariccia, stand sul solare, mostre, proiezioni, concerti. Stasera il live dei Ma De Ke Sound, Bring Out G. e Massive Pulse Crew e per l'ultima giornata di campagna elettorale referendaria lo showcase “Difendi l'acqua”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stamane al via il Forum per i Castelli Romani

RomaToday è in caricamento