CastelliToday

Ariccia: le fraschette presidio per la sicurezza alimentare

A Palazzo Chigi di Ariccia, l'Asl Roma 6 ha lanciato il progetto triennale di formazione e prevenzione "La ristorazione tradizionale dei Castelli romani e prenestini: una questione di costume e salute". Coinvolte anche le fraschette, locale tipico ariccino

La presentazione del programma a Palazzo Chigi di Ariccia

Le fraschette, il locale tipico dei Castelli Romani, diventano il presidio per un'alimentazione sana, per la sicurezza alimentare e la prevenzione delle patologie cronico-degenerative, grazie a un progetto dell'Asl Roma 6 presentato a Palazzo Chigi.

"La ristorazione tradizionale dei Castelli romani e prenestini: una questione di costume e salute", questo il titolo del progetto triennale comprende analisi statistiche, incontri di formazione, campagne di informazione e l’elaborazione di preziose linee guida per la sicurezza alimentare e per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e delle patologie cronico-degenerative, come il diabete.

“Quando noi, operatori della Sanità, abbiamo capito che era necessario uscire fuori dai nostri confini ortodossi per promuovere la salute e il benessere dei cittadini, abbiamo pensato a valorizzare le diverse realtà di questo quadrante della provincia di Roma. In linea con il Piano regionale di prevenzione abbiamo voluto sollecitare la costruzione di una rete con tutti i protagonisti del territorio. La tutela della salute è una azione complessa e gli operatori della Sanità, da soli, non ce la possono fare - ha detto Narciso Mostarda, Direttore Generale Asl Roma 6 - Nessuna asl, in solitudine, può modificare stili di vita e abitudini alimentari di una comunità. Il nostro tentativo di costruire una rete, di cui noi siamo uno dei nodi, passa per l’ascolto, la condivisione e l’interazione con il mondo produttivo, la ristorazione, le associazioni di categoria, la scuola, l’università. L’incontro di oggi tra tutte le realtà coinvolte, rappresenta il nostro vero progetto: costruire insieme un percorso per elevare la qualità dell’offerta alimentare del territorio e puntare decisamente a una salute migliore”.

Il progetto vede coinvolta anche l'Università di Tor Vergata che intende promuovere il modello di alimentazione tipico dell’area mediterranea come efficace nella prevenzione dei tumori guardandoo con grandissima attenzione alle produzioni locali.

 Durante la presentazione del progetto, ospite d'eccezione è stato lo Chef stellato Antonello Colonna, che, in un dialogo a tu per tu con Federico De Cesare Viola, giornalista enogastronomico di Repubblica e del Sole 24 Ore che ha moderato l’incontro, ha lanciato l’idea simbolica di una “fraschetta didattica”, di partire cioè da un luogo della tradizione castellana per riscoprire semplicità e genuinità, ma con uno sguardo al futuro, il tutto con la collaborazione scientifica dell’università: “La fraschetta può diventare una sorta di laboratorio di sperimentazione che coniughi la nostra identità, l’evoluzione anche imprenditoriale e turistica del territorio e l’educazione a un’alimentazione sana. Per questo auspico di creare dei progetti di formazione insieme all’ateneo di Tor Vergata; tutto ciò resterebbe un sogno, senza formazione e istruzione”.

Il sindaco di Ariccia Roberto Di Felice ha definito speciale l'occasione offerta da questo progetto: "perché porterà alla creazione di una mappa di raccomandazioni per una consumazione più salutare dei prodotti enogastronomici, in secondo luogo perchè consente agli operatori di acquisire una maggiore consapevolezza del proprio ruolo nella tutela del benessere della comunità e infine poichè costituisce un veicolo per valorizzare e pubblicizzare ulteriormente l’enogastronomia tradizionale locale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento