CastelliToday

Rocca di Papa: demolita antenna abusiva su Monte Cavo

Si sono concluse le operazioni di smantellamento del traliccio abusivo di circa 25 metri sito a Monte Cavo Vetta. Era stato installato prima del 1993

La demolizione del traliccio abusivo a Monte Cavo

Era stato installato negli anni Novanta sulla cima di Monte Cavo e operava come ponte radio, ma era abusivo: è stato così demolito un traliccio alto 25 metri situato sulla vetta di Rocca di Papa. La demolizione è stata effettuata dalla società telefonica proprietaria dell'impianto.

“Finalmente una buona notizia per la comunità di Rocca di Papa, che nella dura battaglia contro le antenne è vittima da troppi anni e finalmente un primo segno di ripristino di legalità sulla vetta da parte della stessa proprietà dell’impianto” - afferma la Vicesindaco, Veronica Cimino - i lavori di demolizione del traliccio abusivo sono stati eseguiti a spese della società proprietaria stessa, a seguito di diniego del Comune alla realizzazione di opere di manutenzione straordinaria. Nelle prossime settimane, verranno demoliti i due manufatti, anch’essi abusivi, annessi al traliccio e alle antenne, ripristinando così completamente lo stato dei luoghi”.

In Consiglio Comunale la demolizione delle antenne abusive Mediaset

“Il prossimo Consiglio Comunale contiene un punto all’ordine del giorno fondamentale per la rimozione anche degli impianti Mediaset abusivi, già oggetto della sentenza del Consiglio di Stato – afferma l’Assessore all’Urbanistica, Laura Zecchinelli – Infatti, il Consiglio dovrà votare la dichiarazione di non esistenza di prevalenti interessi pubblici al mantenimento dell’opera abusiva e che il mantenimento contrasta con i rilevanti interessi urbanistici ed ambientali, atto propedeutico per la demolizione in danno, da parte del Comune, della struttura ancora non spontaneamente demolita a seguito della sentenza. L’Amministrazione è sempre stata vicina agli interessi della collettività, perseguendo come fine principale la tutela e la salute pubblica nonostante le emergenze, contrastando in tutti i modi e in tutte le sedi gli interessi privati a scopo speculativo e di lucro in danno alla salute pubblica”

“Nonostante i ritardi dettati dalle emergenze, resta alto il livello di attenzione sulle antenne abusive su tutti i fronti – continua la Vicesindaco – un lavoro costituito da complesse questioni legali e che porta un ente comunale come il nostro a contrastare, con coraggiosi provvedimenti, gli interessi economici di colossi aziendali. Ad agosto scorso ho firmato tre importanti ordinanze relative all’abbattimento delle antenne abusive, site stavolta in località Madonna del Tufo, attualmente impugnate dalle società ma non sospese e siamo certi che il 7 luglio la giustizia ci darà ragione. Occorre proseguire su questo cammino, con determinazione, tenendo sempre presenti gli obiettivi da raggiungere, ovvero il risanamento ambientale del nostro territorio e la tutela della salute dei Cittadini di Rocca di Papa.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento