CastelliToday

Lanuvio: iniziative per scuole e studenti anche in quarantena

L’amministrazione comunale di Lanuvio anche durante la quarantena ha deciso di promuovere iniziative a supporto degli studenti e delle insegnanti

Nell’emergenza Coronavirus i primi a cambiare la loro vita sono stati gli studenti, i primi a restare a casa e a doversi convertire alla didattica a distanza, senza il contatto con le insegnanti e i compagni di classe.

L’amministrazione comunale di Lanuvio in questi mesi ha voluto sopportare in ogni caso studenti e insegnanti per i plessi comunali promuovendo iniziative collettive di supporto a un modo diverso di vivere la scuola.

“L'emergenza del Covid 19 ha cambiato il nostro stile di vita e quello scolastico dei ragazzi che frequentano le nostre scuole; si sono trovati ad affrontare un modo di relazionarsi con l'attività scolastica, con gli insegnanti e i propri compagni attraverso l'introduzione della didattica a distanza”, dichiarano l’Assessore alle Scuole Alessandro De Santis e la Consigliera Delegata Irene Quadrana.

“Vogliamo ringraziare i nostri due dirigenti scolastici Lamanna e Messinese, gli insegnanti e il personale scolastico per il grande impegno con cui stanno garantendo il diritto allo studio dei nostri alunni. Un forte grazie anche alle famiglie che sono costantemente vicine ai propri figli per cercare di collaborare nel miglior modo possibile con le insegnanti”.

Sanificazione delle scuole e supporto alla didattica on line

L’amministrazione comunale di Lanuvio oltre a predisporre una sanificazione di tutti gli edifici scolastici del territorio, ha voluto sostenere il progetto “Attivazione educativa a distanza” per garantire continuità relazionale ed educativa agli alunni con bisogni educativi speciali, assicurare il diritto allo studio dell’alunno con disabilità ed un maggiore sostegno alle famiglie che si trovano a dover gestire le difficoltà e la didattica da sole.

“Nessuno deve rimanere indietro per la mancanza di strumenti che devono consentire la didattica a distanza, e quindi il diritto allo studio, ed è per questo che abbiamo intrapreso un costante e costruttivo rapporto di collaborazione con le nostre scuole con l'obiettivo di individuare al meglio le reali esigenze e attivare risposte puntuali”, spiegano i due amministratori lanuvini.

Inoltre sono state predisposte, di concerto con le dirigenti scolastiche, azioni di supporto logistico alle famiglie degli alunni nella didattica a distanza per far fronte problematiche legate a connessioni inefficaci a internet e ai giga a disposizione per la navigazione.

Non sono mancate iniziative più strettamente didattiche come il progetto per gli alunni delle scuole sul tema della quarantena in occasione della Giornata mondiale della poesia in collaborazione con la "Nuova pro loco Lanuvio" e la pagina social del comune di Lanuvio.

“L'anno scolastico non è ancora terminato, e diversi ragazzi saranno attesi dagli esami di fine corso; a tutti quanti va dunque il nostro augurio di un buono studio affinché possano continuare ad imparare quello che poi da adulti li renderà uomini e le donne pensanti e dunque liberi per il loro e il nostro futuro”, concludono De Santis e Quadrana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Adriano Urso, il pianista rimasto senza lavoro per il Covid e morto per infarto durante una consegna come rider

Torna su
RomaToday è in caricamento