rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Altre zone Rocca di Papa / Corso Costituente

Pasquale Boccia: "Per Rocca di Papa non solo conservare, ma innovare"

Pasquale Boccia è il primo cittadino di Rocca di Papa e corre per il suo secondo mandato da sindaco, sostenuto dalla lista "Uniti per Rocca di Papa. Boccia Sindaco". A Romatoday ha descritto le idee di sviluppo per la sua Rocca di Papa

Pasquale Boccia è il primo cittadino di Rocca di Papa e corre per il suo secondo mandato da sindaco, sostenuto dalla lista “Uniti per Rocca di Papa. Boccia Sindaco”. Come programma elettorale ha la forza di presentarsi con il lavoro svolto in questi cinque anni di amministrazione di Rocca di Papa guidata ormai da 15 anni dal centro-sinistra. La sua lista ha la particolarità di presentarsi con otto uomini e otto donne candidati al consiglio comunale.

Rocca di Papa è guidata da molti anni dal centro-sinistra. Quali sono i punti di forza di questa continuità amministrativa ormai più che decennale?

Serietà e responsabilità politica prima di tutto. Negli ultimi anni abbiamo avviato la città verso una crescita civile, economica e culturale importante facendole acquisire un ruolo di riferimento nell'intero comprensorio dei Castelli Romani. Ma ora, le mutate esigenze economiche e culturali, il rinnovato quadro istituzionale e i problemi vecchi e nuovi che si presentano alle comunità locali, impongono una rimodulazione delle politiche e dei progetti, contando su una consolidata esperienza di governo e sulla dimostrazione di serietà già offerta dall'esecutivo politico.

Se dovesse trarre un bilancio di questi cinque anni di amministrazione cosa metterebbe in evidenza?

In questi cinque anni trascorsi la nostra città è cambiata ed è migliorata la qualità della nostra vita, grazie al’attenzione costante alle attività sociali, alle numerose opere pubbliche realizzate per servire il paese, e al risveglio culturale di cui ci siamo fatti promotori. Potrei sottolineare l’oculatezza che l’Amministrazione ha dimostrato nel mantenere in ordine i “conti”, considerato il delicato momento storico e la forte crisi economica vissuta. Grazie ad una responsabilità amministrativa orientata allo sviluppo, al contenimento delle spese e a una distribuzione efficiente delle risorse per la comunità e il territorio, il Comune di Rocca di Papa dal 2007 ha raggiunto annulamente l’importante risultato del rispetto del Patto di Stabilità.  L’attenzione crescente di questa amministrazione nei confronti delle fasce più deboli della popolazione è riscontrabile negli stanziamenti crescenti per il settore sociale, che nel 2010 a raggiunto la cifra di € 1.764.810,00,  il 65% in più rispetto al 2006. Un importante traguardo raggiunto è stata l’adozione della nuova variante generale al PRG con la quale il Comune di Rocca di Papa ha inteso fare propri i principi di “nuova cultura urbanistica” di cui la Regione Lazio se ne è fatta interprete con la Legge regionale n. 38/99. Il vecchio PRG, infatti, datato 1974, non era più in grado di rispondere alle esigenze di sviluppo e ammodernamento del Paese. Il nuovo strumento urbanistico moderno e all’avanguardia, che ha visto la partecipazione non solo quantitativa ma anche qualitativa della cittadinanza, è basato sulla “opzione zero”,  ovvero l’esclusione a priori ed in modo assoluto dell’introduzione di nuove cubature rispetto a quelle già previste dal vigente PRG.  Parimenti importante è stata anche l’adozione del nuovo Regolamento Edilizio, l’ultimo risaliva al 1955, che ha l’obiettivo di dare un volto ordinato alla Città, sia per quanto riguarda le nuove costruzioni che per le strutture preesistenti. Fiore all’occhiello della nostra città sono i due nuovi edifici scolastici inaugurati nel 2010, uno nella zona bassa del paese, nel consorzio “Giardino degli Ulivi”,e l’altro nella parte alta, ai Campi d’Annibale, con il centro cottura. Per fronteggiare i tagli della riforma governativa e sostenere la scuola, è stata istituita una nuova sezione dell’infanzia comunale.

Rocca di Papa è nel cuore del Parco dei Castelli Romani. Che valore ha la tutela dell'ambiente e del paesaggio per lei e la coalizione che la sostiene?

L’ambiente è la chiave dello sviluppo che abbiamo in mente per la nostra città. La straordinaria ampiezza del paesaggio, le testimonianze artistiche e archeologiche del passato, laqualità della tradizione gastronomica e dell’accoglienza fanno di Rocca di Papa la vera perla dei Castelli Romani. Un punto di arrivo, un piccolo tesoro alle porte di Roma che può diventare una meta di eccellenza per quanti visitano la Capitale, ma anche per i romani stessi. La sfida che abbiamo di fronte è imparare a guardare questa bellezza non solo come un bene da tutelare, ma come una risorsa fondamentale per  rendere la nostra Città competitiva e attrattiva sul mercato turistico. Si tratta di costruire opportunità di crescita per il nostro territorio. Non limitarsi a conservare, ma innovare. Le nostre idee per la valorizzazione delle straordinarie distese verdi e per il rilancio del turismo ambientale e naturalistico  che abiamo inserito nel programma elettorale sono il “Parco Avventura”, una serie di installazioni ludico-sportivo a contatto con la natura, costituito da piattaforme sospese, ponti tibetani, corde e scale per muoversi da un albero all’altro in assoluta sicurezza, grazie al supporto di equipaggiamenti specifici. Un modo diverso e intelligente per divertirsi nel rispetto del territorio, che è anche occasione di riqualifica per aree boschive abbandonate. Il progetto “Adotta uno spazio verde” consiste nel proporre a cittadini/associazioni/enti/ imprese artigianali e commerciali la cura e l’abbellimento di porzioni di verde urbano in cambio del posizionamento di impianti pubblicitari di basso impatto ambientale. La valorizzazione dei parchi pubblici esistenti e di nuove aree verdi pubbliche con percorsi ricreativi e parchi gioco a misura dei più piccoli che possano essere anche luogo di aggregazione e fruizione per le persone adulte. Recuperare i percorsi sentieristici esistenti lungo i quali verrà installata una nuova tabellonistica descrittiva e didattica, con la creazione di punti sosta di qualità realizzati nell’ottica della massima cura e della sostenibilità ambientale

Se dovesse elencare tre punti di forza del suo programma elettorale che vorrebbe mettere in atto nei primi 100 giorni di governo cosa indicherebbe?


Senza dubbio potremo portare a conclusione i progetti su cui stiamo già lavorando, come l’estensione del la raccolta differenziata porta a porta ai Campi d’Annibale, il completamento del  parcheggio multipiano di piazza Valeriano Gatta, un’opera strategia di circa 200 posti auto su cinque livelli, che collega il quartiere bavarese, il duomo, il teatro civico, il cimitero comunale, e valorizza una delle terrazze panoramiche più belle del paese;  la realizzazione di micro parcheggi pari a 360 posti per dare sfogo alla viabilità del borgo del paese;  valorizzeremo le aree archeologiche, proprio sabato inauguriamo il sito della Fortezza Medievale.  La Fortezza Medievale è stata oggetto in questi ultimi anni di interessantissimi scavi archeologici che hanno riportato alla luce le mura dell’antico fortilizio e numerosi reperti che testimoniano la valenza militare del complesso. Sarà nostro obiettivo strategico quello di elaborare un piano per il recupero e la gestione dell’area tramite la creazione di un “parco culturale” a disposizione di tutti, dotato di infrastrutture tecnologiche ed informative all’avanguardia e tali da rendere la Rocca medievale un centro di divertimento, istruzione, libera esplorazione ed approfondimento culturale e ludico.  L’ampliamento del  Museo di Geofisica, centro d’eccellenza per quanto riguarda la sismologia e la vulcanologia in tutta la regione Lazio, con la realizzazione di nuove sale espositive e di una sala conferenze. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un collegamento con la prospiciente Fortezza medioevale, al fine di collegare le due strutture per una più completa fruizione turistica-culturale dell’intera area.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasquale Boccia: "Per Rocca di Papa non solo conservare, ma innovare"

RomaToday è in caricamento