Martedì, 15 Giugno 2021
Altre zone Via delle Cave di Basalto

Da Rocca di Papa a Monte Compatri è una distesa di discariche di amianto

E' il triste bilancio del Comitato di Difesa del Territorio Colli Prenestini Castelli Romani che monitora costantemente boschi e campagna

Monte Compatri Cava di Laghetto

Se passeggiare per i boschi o fare un gita in campagna può essere nell'immaginario collettivo un modo di stare a contatto con la natura, la realtà è ben diversa. Lo scenario che sempre più spesso ci si trova davanti agli occhi appena si esce fuori dal centro abitato è quello della devastazione dell'ambiente e dello scarso senso civico con praterie di rifiuti abbandonati su prati e sentieri boschivi. Vere e proprie discariche abusive, più o meno grandi, più o meno pericolose.

Spesso infatti sotto montagne di rifiuti spesso risultanze di cantieri smaltite illegalmente si nasconde dell'amianto e altro materiale tossico. E' proprio a seguito della sempre più frequente presenza di amianto, che il Comitato di Difesa del Territorio – Colli Prenestini e Castelli Romani ha da tempo intrapreso una iniziativa tesa ad evidenziare e segnalare le innumerevoli discariche abusive, ponendo particolare attenzione proprio all’eternit, comunicandone la presenza alle autorità competenti e monitorandone le operazioni di bonifica.

Gli ultimi rilevamenti e sopralluoghi non sono dei più gratificanti. Vengono segnalati rifiuti di amianto abbandonati a Montecompatri, in via dei Pratoni Parti Comuni e presso la Cava di Laghetto e a Rocca di Papa in via dei Principi.

Il Comitato di Difesa del Territorio – Colli Prenestini e Castelli Romani, ha deciso di lanciare la  campagna   Eternity: un amianto è  per sempre, in cui invita i cittadini alla partecipazione attiva in difesa del territorio, segnalando discariche abusive, in modo particolare di amianto. Il Comitato sollecita le autorità locali, regionali e nazionali affinché si impegnino nell’identificare una normativa che sia anche di incentivo e di aiuto economico reale per i cittadini impegnati nella bonifica e nel corretto smaltimento  del materiale .

Dal Comune di Monte Compatri arriva però la precisazione: "L'area di Cava di Laghetto è stata pulita prima di Pasqua. La pulizia è stata disposta con un'ordinanza firmata del sindaco Marco De Carolis. L'intervento è stato dei proprietari dell'area che hanno speso 5mila euro per la pulizia e per sbarrare l'ingresso. L'area di Pratoni, ricadente nell'area del comune monticiano, appartiene ad un privato. A breve i proprietari dell'area saranno chiamati ad adempiere ad una nuova ordinanza del sindaco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Rocca di Papa a Monte Compatri è una distesa di discariche di amianto

RomaToday è in caricamento