Mercoledì, 23 Giugno 2021
Albano Viale Europa

Albano-Roma: si sale in carrozza sul "Freccia Marrone"

E' tra i treni più lenti d'Italia e i pendolari lo chiamano affettuosamente il FRECCIA-MARRONE: stiamo parlando della tratta ferroviaria Albano-Roma dove ogni giorno si registrano ritardi e cancellazioni

Ieri nel suo lungo monologo ne ha parlato anche Adriano Celentano dal palco del Festival di Sanremo: i treni. Sì perché ormai le ferrovie dello stato pensano solamente a chi può permettersi i comodi e veloci Freccia Rossa, ma non pensano a chi magari ha ancora bisogno dei treni a lunga percorrenza più economici, ma soprattutto non pensano che i veri pendolari non sono i manager e gli uomini di affari che viaggiano sull'alta velocità, i veri pendolari sono coloro che viaggiano sui treni regionali, che di comfort e velocità hanno ben poco.

Quindi se vi capita di trovarvi il località Albano nei Castelli Romani potrete usufruire di quello che i viaggiatori chiamano affettuosamente il "Freccia Marrone", il treno che Legambiente ha definito il più lento d’Italia che percorre meno di trenta chilometri in un’ora con una velocità che tocca punte massime di 29 km/h che porta fino a Roma Termini, di certo non si sa se in orario sulla tabella di marcia o senza subire cancellazioni.

Infatti i  ritardi, guasti e cancellazioni sono ormai sempre più frequenti per una linea ferroviaria l'Albano-Roma che con i suoi treni ormai che ha fatto il suo tempo. Il disagio dei pendolari di Albano ha fatto nascere un comitato spontaneo di utenti che comunica tramite il social network Facebook sul gruppo “Freccia Marrone Albano Laziale-Roma Termini” e  su twitter dove ogni mattina, pomeriggio e sera vengono comunicati in tempo reale tutte le disfunzioni della linea sia per avvertire gli altri utenti sia per esprimere il proprio disappunto perché non si riesce ad arrivare a lavoro in orario o si salta un esame.  

Proprio oggi in ordine crologico l'ultimo ritardo comunicato il treno delle 8.20 da Albano è partito con 38 minuti di ritardo, niente mali perchè nella giornata di ieri si erano accumulati ben 57 minuti e ancora meglio perché capita spesso che l'annuncio possa suonare così: "Il treno partirà con un ritardo indefinito".  Ovvio poi che è sempre un mistero conoscere i motivi dei ritardi e delle cancellazioni, lo scorso 18 gennaio addirittura non si sapeva che un treno era rimasto bloccato in galleria.

Infatti la comunicazione è proprio un lato carente della linea Albano-Roma: bisogna andare a chiedere notizie al capo-treno, i monitor nella maggior parte delle stazioni non funzionano, gli annunci spesso danno in partenza treni fantasma o mai arrivati, per non parlare dei convogli congelati in inverno e bollenti in estate, sporchi e bagni dall’odore insopportabile. Per non parlare poi di incomprensibili buchi nei collegamenti con Roma: perché non ci sono treni alle 9 e alle 12? Altro mistero.

E il piano neve delle Ferrovie dello stato ne vogliamo parlare? I treni partivano da tutti i paesi dove vi erano metri di neve, tranne che dall'unico paese dove la neve ha raggiunto punte massime di venti  centimetri ovvero Albano, con pendolari rimasti a Roma per giorni.

Certo i treni su cui viaggiano i pendolari dell'Albano Roma non sono di certo dell'ultima generazione: tranne che per qualche tratta su cui si usano i vecchi Leonardo Express dismessi dalla Roma-Fiumicino, i pendolari viaggiano sui vecchi i vecchi Ale 801 datati 1975 e 1979 con ormai ben più di trent’anni di onorata carriera alle spalle. Chi era bambino negli anni Ottanta le ricorda con il caratteristico colore arancione e giallo ora cambiato con il tris bianco-verde-blu, ma che ogni tanto riaffiora da sotto la nuova colorazione.

Al momento della loro messa in funzione gli Ale 801 erano considerati convogli flessibili utilizzabili sia su linee poco frequentate sia per quelle con un numero di passeggeri molto alto, treni all’avanguardia considerati un vero e proprio investimento per le linee regionali. Nel 2012 i pendolari si aspettano nuovi investimenti e che magari ben presto si possa viaggiare su nuovi ed efficienti treni.

In attesa che l'amministrazione delegato delle Fs Mauro Moretti si ricordi anche dei pendolari non resta che mettersi in viaggio con tanta speranza per sperare di arrivare in orario a Roma e così al lavoro o suoi luoghi di studio. Buon viaggio!

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albano-Roma: si sale in carrozza sul "Freccia Marrone"

RomaToday è in caricamento