CastelliToday

I Castelli Romani verso un sistema comune per il trasporto pubblico

La proposta è ancora allo stato embrionale, ma potrebbe essere una piccola rivoluzione nelle gestione dei servizi pubblici superando i meri confini comunali per risparmiare sui costi di gestione da un lato e migliorare l'offerta all'utenza dall'altro

Una navetta locale

Una parte dei comuni dei Castelli Romani hanno iniziato il percorso amministrativo per arrivare a stipulare una convenzione che permetta di mettere in comune il trasporto pubblico locale con una gestione unitaria. In una prima fase i comuni coinvolti dovrebbero essere sei: Albano, Ariccia, Castel Gandolfo, Nemi, Lanuvio, Genzano.

Un primo passo concreto di quella unione dei comuni dei Castelli Romani di cui in queste ultime settimane si è tornati a parlare con insistenza da più parti politiche dopo le elezioni della Città metropolitana, per evitare di essere compressi dal peso di Roma Capitale e far fronte in maniera sinergica alle ristrettezze di bilancio degli enti locali.

"I continui tagli della Regione sul trasporto pubblico - ci spiega Maria Gregoria Dimaglie assessore ai trasporti del Comune di Albano - sono il motivo principale per cui abbiamo avviato questo complesso procedimento che dovrebbe dare maggiori garanzie ai comuni interessati e ai cittadini".

"Una diversa riprogrammazione del trasporto pubblico locale fra i comuni non solo andrebbe a modificare i costi, ma porterebbe anche a una migliore definizione di tutte le linee che tuttora non sono attivate in maniera adeguata. Gli utenti avrebbero maggiori servizi e collegamenti migliori per esempio con enti, strutture ospedaliere, cimiteri e stazioni ferroviarie", continua l'assessore.

"E' ovvio che questa unione nel trasporto pubblico trova la sua ragione di esistere nei vantaggi che porterà all'utenza altrimenti non ci sarebbe motivo per crearla e - conclude la Dimaglie - soprattutto è una modalità di gestione che permette di mantenere un equilibrio nel sistema dei trasporti locali che altrimenti potrebbero essere realmente compromessi nei prossimi mesi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una notizia positiva per i viaggiatori tra le tante disavventure che vivono quotidianamente tra treni soppressi, ritardi degli autobus regionali e attese infinite, forse riusciranno a muoversi con più facilità da un paese all'altro dei Castelli Romani.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento