Albano Via Colle Nasone

Sparatoria di Cecchina: rinviati a giudizio l'ex vigilessa e il suo compagno

Poco più di un anno fa la sparatoria di Cecchina per un regolamento di conti in cui era coinvolta una vigilessa. La donna e il suo compagno vicino ai clan malavitosi sono stati rinviati a giudizio

Poco più di un anno fa ad Albano nella frazione di Cecchina una sparatoria per un regolamento di conti portava alla morte di due pregiudicati. Le indagini portarono alla scoperta del coinvolgimento di una vigilessa in servizio nel Comune di Albano legata a un componente del clan malavitoso dei Fragalà,

Il giudice per le udienze preliminari ha chiesto il rinvio a giudizio proprio per la coppia, considerati i mandanti e gli esecutori materiali della sparatoria. Secondo il pubblico ministero fu proprio l'ex vigilessa a entrare nella villetta dell'agguato mostrando il suo tesserino da vigile e poi ad apire il fuoco. La prima udienza per il processo è fissata per il prossimo 12 novembre per cui gli imputati dovranno rispondere dei reati di duplice omicidio e tentato omicidio per gli altri due uomini rimasti feriti nell'agguato del 29 maggio di un anno fa.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria di Cecchina: rinviati a giudizio l'ex vigilessa e il suo compagno

RomaToday è in caricamento