menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Nicola Marini fuori dalla discarica di Roncigliano

Il sindaco Nicola Marini fuori dalla discarica di Roncigliano

Albano di nuovo invasa dalla puzza della discarica, la gente si sente ancora male

Era successo già in autunno con oltre 30 persone finite in ospedale: di nuovo la città di Albano è stata invasa dagli odori acri provocati dai miasmi della discarica di Roncigliano

Era già successo a settembre quando per giorni l'odore acre della discarica di Roncigliano aveva invaso centro e periferie di Albano portando ben 35 persone al pronto soccorso per i malori dovuti ai miasmi nauseabondi. Ieri notte lo spettro della "puzza della discarica" si è di nuovo diffuso in tutta la città soprattutto intorno al sito di smaltimento dei rifiuti rendendo insopportabile lo stare in casa per chi vive nelle vicinanze.

Molti residenti della zona di Roncigliano e di Villaggio Ardeatino insieme ai militanti No INC si sono radunati vicino ai cancelli della discarica chiamando le autorità a intervenire. Insieme alle forze dell'ordine presenti sul posto anche due ispettori del Dipartimento di Prevenzione, Servizio Igiene e Sanità Pubblica, dell'Asl Rm-H, che hanno di fatto constatato l'irrespirabilità dell'aria e produrranno un verbale.  A tarda serata dopo la conclusione del Consiglio Comunale è giunto sul posto anche il Sindaco Nicola Marini insieme ad alcuni consiglieri comunali ed assessori.

Sulle cause del cattivo odore il Comitato No Inc non ha dubbi: da dieci giorni arrivano a Roncigliano oltre alle 300 tonnellate di rifiuti dei Castelli Romani, 200 ulteriori tonnellate dai comuni di Civitavecchia e Monterotondo. Si arriva a circa 500 tonnellate al giorno, troppo per il VII invaso che doveva durare 8 anni ed è quasi esaurito.

Il Comitato No Inc torna a chiedere con forza di portare a termine la caratterizzazione interna ed esterna della discarica analizzando i terreni circostanti e le falde acquifere sottostanti a Roncigliano, ma soprattutto capire se l'impianto di trattamento dei rifiuti funziona correttamente e se nel VII invaso siano stati interrati correttamente i rifiuti e solamente quelli autorizzati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento