CastelliToday

Psicosi stupratore, il sindaco Marini: "Ad Albano non ci sono casi"

Ormai non si ferma la psicosi stupri, il sindaco di Albano ha dovuto rassicurare la popolazione sul fatto che i millantati casi di Pavona sono tutti falsi

La psicosi stupratore non si ferma ed è ormai dilagante,come abbiamo cercato di spiegare alcuni giorni fa sono false le notizie di nuove aggressioni e soprattutto sono falsi gli identikit che girano sui social network.

Dopo le ripetute richieste in merito a ipotetiche aggressioni a Pavona, il sindaco di Albano Nicola Marini ha dovuto tranquillizzare la cittadinanza con una nota ufficiale chiarendo che sul territorio comunale non ci sono stati casi: " Ho avuto modo di confrontarmi con il capo dell’Ufficio Stampa della Questura di Roma, con il Commissariato PS e la Stazione Carabinieri di Albano in merito all’ingiustificata psicosi generata dal cosiddetto 'stupratore' e ai suoi presunti 'avvistamenti' sul territorio di Albano Laziale", scrive il sindaco.

"Al momento non vi è nessuno denuncia agli organi di Pubblica Sicurezza in merito alla questione. Allo stesso tempo mi è stato confermato che non esiste alcun identikit e, anche se ipoteticamente fosse disponibile, sicuramente la prassi degli inquirenti non sarebbe quella della diffusione sui media e sui social network per ovvi motivi investigativi".

Marini spiega anche come si stanno muovendo gli inquirenti: "Sul territorio di Velletri sono al vaglio degli inquirenti alcune segnalazioni spesso ingigantite e discostanti l’una dall’altra. Al lavoro oltre al Commissariato di Velletri c’è la Squadra Mobile coordinata dalla Procura. Per quanto riguarda Albano, Cecchina e Pavona, ribadisco, non vi è alcuna indagine in corso in quanto non vi è alcun caso denunciato. Pertanto gli organi di pubblica sicurezza raccomandano di non alimentare false ed ingiustificate preoccupazioni e a denunciare chi dovesse mettere in rete notizie che procurino un falso ed ingiustificato allarme nella popolazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco ricorda che le informazioni vanno comunicate sempre e comunque alle forze dell'ordine e non sui social network e soprattutto invita tutti a diffidare da chi riporta notizie non veritiere e ricordate che diffondere informazioni che possano generare un “procurato allarme ai cittadini” è un reato penalmente rilevabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento