rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Albano Albano Laziale / Corso Giacomo Matteotti

Politica e social network: chi vince e chi perde nei Castelli Romani

I social network sono ormai uno strumento fondamentale della politica. Anche nei Castelli Romani comuni e politici utilizzano questo importante mezzo di comunicazione. Vediamo in che modo

Oramai è un dato di fatto: i social network sono ormai uno strumento fondamentale della politica, non c'è parlamentare, consigliere regionale, sindaco che non abbia un proprio profilo Facebook, un account Instagram o Twitter. Nei Castelli Romani come interagiscono i politici locali con i loro elettori? La presenza e l'attività digitale di sindaci, segretari di partito e consiglieri comunali è un dato di fatto, ma avere un semplice profilo social determinare poi un confronto più vicino con i cittadini.

I comuni più "social"

Trai comuni dei Castelli Romani più social sicuramente spicca Albano, dove il sindaco Nicola Marini è stato uno dei primi ad aprire un proprio account Facebook, a cui si aggiunge una pagina istituzionale dell'ufficio stampa del comune e i consiglieri comunali e assessori sempre pronti a rispondere alle richieste dei cittadini. Spiccano fra i consiglieri comunali più attivi Luca Andreassi e Massimiliano Borelli. I comuni di Marino e Genzano guidati dal Movimento 5 stelle, che del ruolo del web in politica è stato il precursore ovviamente hanno una pagina istituzionale e una pagina dei due sindaci Carlo Colizza e Daniele Lorenzon per la comunicazione istituzionale, ma in questo caso a rendere frizzante l'attività social di questi due comuni è spesso l'acceso confronto politico tra consiglieri comunali di maggioranza e opposizione e i rispettivi sostenitori.  

Sindaci e consiglieri comunali "on-line"

A Frascati il consigliere più social è sicuramente Mirko Fiasco che ormai ha lanciato vere e proprio rubriche tematiche settimanali, video in diretta e interviste. Anche i comuni più piccoli da Nemi, a Lanuvio e Monte Compatri sono presenti sui social con account istituzionali e sindaci e consiglieri comunali animano il dibattito on-line. Trai sindaci con il profilo social più sopra le parti spicca sicuramente il sindaco di Ariccia Roberto Di Felice, che è solito pubblicare post con critiche accese al suo predecessore, usando un linguaggio colorito e pungente.

Velletri fanalino di coda sui social network

Fanalino di coda il comune più grande dei Castelli Romani, Velletri. Proprio alcune settimane fa era emersa da parte dei cittadini su un noto gruppo Facebook "Miglioriamo Velletri" l'assenza del sindaco e di molti componenti dell'amministrazione comunale dai social, nessun confronto con i cittadini, su proposte o risposta alle criticità rilevate magari postando una foto. La pagina istituzionale del comune veliterno viene aggiornata con cadenza settimanale, alcune volte passano anche decine di giorni prima di vedere un nuovo post, il primo cittadino restio alla comunicazione social e il comune è l'unico nell'hinterland dei Castelli Romani a non avere un ufficio stampa. Non mancano però gli sforzi di dimenarsi tra commenti e segnalazioni sul web da parte di assessori e consiglieri comunali tra cui spiccano Luca Masi, Sergio Andreozzi e Roberto Leoni e Giorgio Greci che cercano sempre di seguire i post e le richieste dei cittadini. I social network sono anche condivisione e chissà che i comuni dei Castelli Romani non prendano spunto a vicenda per le buone prassi di comunicazione politica sul web!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politica e social network: chi vince e chi perde nei Castelli Romani

RomaToday è in caricamento