Martedì, 22 Giugno 2021
Albano Piazza Costituente

Il Comune di Albano contro la strage di civili a Gaza

Il Consiglio comunale di Albano Laziale ha approvato un ordine del giorno volto a chiedere l’immediata cessazione del conflitto in Palestina e dando mandato all'amministrazione di farsi parte attiva nel supporto ai civili vittime del conflitto

La fontana del Bernini ad Albano illuminata per chiedere la pace in Medio Oriente

Le morti di migliaia di civili nella striscia di Gaza in Palestina sono un vero e proprio crimine contro l'umanità: così il Consiglio comunale di Albano ha approvato un ordine del giorno, presentato dal capogruppo PRC-FdS Salvatore Tedone volto a chiedere l’immediata cessazione del conflitto in Palestina e dando mandato all'amministrazione di farsi parte attiva nel supporto ai civili vittime del conflitto.

Nel testo dell'ordine di giorno si prende atto dell'impegno del ministro degli Esteri Federica Mogherini ad adoperarsi per il cessate il fuoco, ma serve in questo caso come non mai una voce unitaria di tutta l'Unione Europea soprattutto ora che all'Italia guida il semestre di presidenza.

In attesa degli sviluppi a livello diplomatico a livello locale si chiede all'amministrazione comunale di attivarsi per un supporto umanitario alle popolazioni civili vittime del conflitto in corso, coinvolgendo e coadiuvando le Associazioni umanitarie che operano sul territorio. L'ordine del giorno approvato dai consiglieri comunali di Albano sarà inviato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Albano contro la strage di civili a Gaza

RomaToday è in caricamento