Albano Piazza della Costituente

Albano: la minoranza PD propone la carta "Massimiliano Borelli" come candidato sindaco

Nel fine settimana trascorso in una nota di stampa i tre consiglieri comunali e i due ex assessori della minoranza del PD propongono che il centrosinistra candidi come sindaco Massimiliano Borelli, presidente del Consiglio comunale

Massimiliano Borelli candidato sindaco

I tre consiglieri comunali del Partito Democratico, Marco Guglielmo, Roberto Di Tuccio e Roberto Peduzzi e i due assessori dimissionari Pino Rossi e Fauzi Cassabgi, continuano a chiedere un passo indietro per le prossime elezioni amministrative al sindaco uscente Nicola Marini e propongono una loro candidatura alternativa.

Rispondendo alle ricostruzioni della stampa locale, la minoranza PD smentisce con forza ogni collegamento e possibile convergenza con il centro-destra e in particolare con Forza Italia che ha da poco ufficializzato il suo candidato sindaco e ribadendo che l'aver proposto un possibile candidato alle primarie non vuol dire aspirare a fare il sindaco.

"Noi abbiamo detto che il centrosinistra è dei cittadini - si legge nella nota di stampa - e non dei collezionisti di simboli e degli apparati dei partiti che si accordano nelle stanze segrete, sottoscrivendo cambiali in bianco che verranno poi pagate solo dai cittadini".

"Noi vorremmo proporre alcuni principi di crescita e di sviluppo sociale che prevedano la scelta di un consumo di suolo zero, la scelta di politiche integrate nell’Unione dei Comuni al fine di garantire servizi migliori ed a costi più bassi (e quindi più investimenti meno tasse) sui rifiuti, i trasporti, la salute, il traffico, la viabilità, vorremmo una trasparenza totale, vera e non formale ed una reale partecipazione dei cittadini, sogniamo niente altro che una città proiettata verso il futuro, quello vero e possibile, quello cioè di una smart city che qui non arriva per colpa di una politica rinchiusa in un passato lontano", sono alcune delle idee di programma elettorale illustrate dalle minoranza PD.

I tre consiglieri e  i due ex assessori democratici continuano a chiedere le primarie, ma propongono anche una soluzione alternativa: "Ci sono solo le primarie? Se non ci sono proposte serie, sì e fino all’ultimo giorno utile, continueremo a chiederle. Perché la nostra responsabilità è verso i cittadini che ci chiedono più coraggio".

"Si vogliono trovare altre soluzioni?Certamente, ce ne sono! Marini faccia un passo indietro e si trovi un candidato unificante; ce ne sono nel Pd di figure dal maggior profilo istituzionale, basti pensare al Presidente Massimiliano Borelli".

Il candidato ideale per la minoranza PD è quindi Massimiliano Borelli, a patto che si semplifichi anche la coalizione elettorale sfoltendo i tanti simbolini e partiti e si prendano scelte dirompenti in consiglio comunale: "Si convochi oggi stesso un Consiglio Comunale e si facciano scelte dirompenti, sul consumo di suolo, sul bilancio partecipato, sugli investimenti possibili, sulla trasparenza amministrativa. Si può fare o no? Ne abbiamo tante di proposte. Ci piacerebbe trovare qualcuno pronto a discuterne", conclude la minoranza del PD.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albano: la minoranza PD propone la carta "Massimiliano Borelli" come candidato sindaco

RomaToday è in caricamento