Albano

Treno Albano-Roma: minorenni aggrediscono macchinista

I minorenni, prima con atteggiamenti teppistici e poi fumando, avevano infastidito i viaggiatori. Poi sono entrati nella cabina di guida ed hanno aggredito il macchinista. Quest'ultimo è riuscito a fermare il treno e a far arrestare il gruppo

Nuova aggressione ai danni di un macchinista sui treni regionali del Lazio. Dopo il pestaggio del 11 settembre ai danni di un macchinista del Nettuno-Roma, ieri è toccato ad un dipendente Fs in servizio sul treno Albano – Roma finire aggredito da un gruppo di minorenni.

I giovani, saliti sul treno ad Albano, da subito hanno manifestato atteggiamenti teppistici nei confronti del personale e dei passeggeri. A Marino, i 4, tutti minorenni, hanno addirittura iniziato a fumare sul treno. Non contenti, poco prima che il convoglio giungesse nella stazione di Pantanella hanno deciso di far irruzione nella cabina di guida dove si trovavano il macchinista e il capotreno.

Così i quattro giovani sono entrati improvvisamente nella cabina di guida prendendo a calci e pugni il macchinista. A strattoni e con forza l'agente è riuscito a cacciarli dal piccolo vano di guida e a chiudersi a chiave arrestando il treno e portando il convoglio alla stazione di Pantanella, dove ad attenderli c'era la Polfer.

Gli agenti hanno fermato il gruppo, composto tutto di minorenni, già noti alle forze dell'ordine. Un'ambulanza ha trasportato il macchinista all'ospedale di Tor Vergata. I viaggiatori hanno proseguito con il treno successivo.








Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treno Albano-Roma: minorenni aggrediscono macchinista

RomaToday è in caricamento