CastelliToday

Albano: una macchinetta "mangiaplastica" nel palazzo comunale

Subito dopo l'estate nuove macchinette simili saranno dislocate in varie aree della città e la raccolta differenziata estesa ad altri 10mila residenti

La macchinetta mangiaplastica nell'atrio di Palazzo Savelli
Una macchinetta "mangiaplastica" nell'atrio di Palazzo Savelli: è una delle novità dell'implementazione della raccolta differenziata sul territorio di Albano ed è la seconda ad entrare in funzione dopo quella posizionata presso la scuola materna di Via Fratelli Cervi. E' stata attivata oggi e dopo l'estate ne saranno attivate di nuove su tutto il territorio comunale proprio perché la plastica è un materiale importante nella fase di recupero e riciclo del rifiuto.
A far mangiare le prime bottiglie di plastica alla macchinetta il Sindaco di Albano, Nicola Marini ed il Consigliere delegato Luca Andreassi, che hanno voluto rimarcare l'importanza di una gestione virtuosa dei rifiuti proprio a fronte del momento di grande difficoltà nella gestione dei rifiuti in cui versa la Regione Lazio e soprattutto la Capitale in questi ultimi giorni.
Proprio seguendo questa filosofia nella gestione dei rifiuti subito dopo l'estate vi sarà l'ampliamento della raccolta differenziata porta a porta ad altri 10.000 cittadini e il completamento delle pratiche burocratiche per la realizzazione della seconda isola ecologica.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento