Mercoledì, 28 Luglio 2021
Albano Corso Matteotti

Il Sindaco di Albano ad Alemanno: "Diremo sempre no all'incenerimento dei rifiuti"

Il sindaco di Albano Nicola Marini ha rilasciato a Romatoday un'intervista dopo il pronunciamento del Tar del Lazio che ha bloccato la costruzione dell'inceneritore e invita Alemanno per collaborare a soluzioni alternative all'incenerimento dei rifiuti

Il sindaco di Albano Nicola Marini ha rilasciato a Romatoday un'intervista dopo il pronunciamento del Tar del Lazio a favore dei ricorsi presentati dai Comitati No Inc che hanno al momento bloccato la costruzione dell'impianto di termovalorizzazione dei rifiuti nell'attuale discarica di Roncigliano. La vittoria ottenuta è una vittoria di tutti e apre ad Alemanno per scegliere delle soluzioni collaborative per sistemi alternativi all'incenerimento dei rifiuti.

Sindaco Marini, il Tar del Lazio si è espresso contro la costruzione dell'inceneritore di Albano. Come commenta questa vittoria?

E' la vittoria di Albano. Una vittoria dei cittadini, dei Comuni limitrofi ci hanno dato una mano, delle migliaia di persone che sono scese in piazza a manifestare la loro contrarietà all'inceneritore. Una vittoria in cui questa amministrazione ha fortemente creduto, mettendo in piedi una serie di iniziative che hanno avuto il loro peso politico nella scelta dei giudici del Tribunale Amministrativo Regionale. Abbiamo messo intorno ad un tavolo, per adottare una strategia unica, tanto le istituzioni quanto i Comitati No Inc, che per primi hanno iniziato questa battaglia, ma che hanno trovato in noi una valida spalla su cui appoggiarsi. Solo insieme si vince, e questa vittoria non ha etichette di alcun colore e di alcun genere.

Il primo cittadino di Roma Gianni Alemanno dalle pagine di Repubblica ha dichiarato di ricorrere al Consiglio di Stato, ma anche di ripensare al piano rifiuti magari diminuendo i siti per gli inceneritori, ma costruendone di meno di maggiore potenza. Il sindaco Alemanno si esprime nuovamente su territori non di sua competenza, come valuta queste affermazioni?

 Il sindaco Gianni Alemanno ci ha abituato spesso a queste interferenze in argomenti che non gli competono, come l'inceneritore di Albano. Evidentemente la nostra osservazione portata avanti da tempo, e cioè che l'impianto di Roncigliano non servisse alla zona dei Castelli Romani, non era poi del tutto infondata. Ma ad Albano, devono sapere, che troveranno sempre un muro compatto di "no" all'incenerimento e invece un'apertura ad una collaborazione per un trattamento alternativo dei rifiuti.

Dopo la pronuncia del Tar i cittadini aspettano la raccolta differenziata, a che stato è il progetto?

Il progetto di raccolta differenziata porta a porta è andato avanti indipendentemente dalla sentenza del Tar, perché è un progetto in cui crediamo e che abbiamo messo in moto dal giorno seguente all'insediamento. Purtroppo siamo incappati in una serie di cavilli burocratici che non ci hanno permesso di individuare l'isola ecologica in tempi brevi, ma da marzo partiranno delle iniziative volte a dare inizio alla raccolta differenziata. Sarà attivato infatti un servizio per gli esercizi commerciali, e i cittadini saranno dotati di compostiere domestiche. Piccoli gesti che però ci aiutano nella sensibilizzazione e che ci permettono di dare avvio ad un meccanismo virtuoso del rifiuto.
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Sindaco di Albano ad Alemanno: "Diremo sempre no all'incenerimento dei rifiuti"

RomaToday è in caricamento