Albano Piazza Costituente

Albano: il Sindaco Marini ingiuriato su Facebook con parolacce e insulti

Il sindaco Nicola Marini pubblica sul suo profilo di Facebook una nota in cui chiede di rispettare la sua città dalla macchina del fango di alcuni sedicenti oppositori e viene ingiuriato pesantemente con parolacce e insulti

Il sindaco di Albano Nicola Marini

Il sindaco di Albano alcuni giorni fa aveva lanciato l'iniziativa del "Question Time" per comunicare con l'amministrazione comunale ogni mese: i cittadini possono inviare delle domande e riceverne poi una risposta pubblica. In questi giorni diversi cittadini hanno presentato alla segretaria del sindaco le loro istanze dai problemi più svariati: le strade, i rifiuti, il traffico. C'è chi però tra i tanti cittadini non ha preso sul serio l'iniziativa e ha inviato una domanda da sbeffeggio, annunciata da tempo su Facebook nei vari gruppi creati da questo cittadino, di cui indicheremo solo le iniziali M.R., per contrastare l'azione dell'amministrazione comunale.

La domanda era la seguente: "Salve mi chiamo M.R., abito, non da molto, nella periferia di Roma, precisamente ad Albano Laziale sotto i Castelli Romani e da due anni mi occupo della vigna situata in un terreno che circonda l'abitazione di un mio amico a Cecchina. Chiedo consiglio circa l'innestatura della vite. Mi spiego meglio: ho diverse piante di vite che producono ogni anno uva da vino,ma altre che si presentano con una foglia di forma e di colore differente (più rossa) che non producono uva. Mi è stato detto che si tratta di vite selvatica che deve essere innestata.Vi chiedo come va fatto l'innesto e in quale periodo. Se è possibile ,visto che sono un aspirante contadino, spiegatemi passo passo l'operazione. Grazie per l'attenzione". La domanda serviva per screditare l'amministrazione ritenuta incapace di dare ogni genere di risposta ai cittadini.

Il sindaco di Marini non ha accettato la mancanza di rispetto non tanto per la sua persona, ma per le istituzioni e per la città che amministra e ha scritto una nota su facebook in cui chiede di fermare la macchina del fango che con manifesti e social network scredita i suoi collaboratori e il lavoro della sua giunta. In particolare scrive: "Il Question Time serve proprio a tutti voi per chiedere chiarimenti e/o per venire ad esternarmi il vostro disappunto. Prendere in giro significa mancare di rispetto ad Albano e a tutti gli Albanensi. Non sono minimamente spaventato dalle manifestazioni di dissenso, stiamo lavorando duramente per rendere Albano un posto migliore e considerando quello che abbiamo ereditato da dieci anni di centrodestra credo che abbiamo imboccato la via giusta".

Nei confronti di chi con falsi profili attacca l'amministrazione, il sindaco Marini si rivolge così: "Ogni giorno gettano fango sul nostro lavoro, ma non li ho mai visti ne sentiti fare una proposta alternativa. Il loro unico interesse è screditare e gettare fango. Questo stile non mi appartiene e mai mi apparterrà. Non voglio tediarvi ulteriormente,  ho deciso di condividere con voi questa riflessione dopo aver riflettuto a lungo, affinchè tutti voi abbiate una visione completa di quello che accade nella nostra città e di qual è la caratura di alcuni soggetti che cercano di ritagliarsi uno spicchio di visibilità".

Ecco che il signor M.R. ha dato il meglio di sé con ingiurie e insulti continui: "Ipocrita, finto, imbroglione hai sostituito l'arroganza dell'Aspirante zar di cecconia, con l'atteggiamento della povera vittima sotto attacco vigliacco. Grandissimo 'bamboccione' come sai benissimo io sono venuto da te, nel tuo ufficio di Sindaco e ti ho detto in faccia a 30 cm di distanza che sei un bugiardo, che sei un finto democratico,che sei un arrogante cialtrone e che il mio unico impegno sarebbe stato mandarti a casa anzitempo! L'unico vigliacco sei tu che ti nascondi dietro al dito dell'ipocrisia. La gente che hai assunto è sicuramente per bene e preparata, nessuno lo ha MAI messo in discussione. Quelli che discuto sono i tuoi rozzi metodi, dell'io so io e faccio come c... me pare e assumo chi me pare. Bocci docet!  Prima pensavo che eri solo un incapace adesso hai toccato il fondo e hai dimostrato che sei una persona ignobile. Il fatto che in Italia la giustizia ha tempi biblici non significa che non arrivi. Hai violato e violi quotidianamente leggi, regolamenti e molto peggio (per me) ogni regola etica, ma tu non sai nemmeno cosa significhi. Non ci provare a fare la vittima con me perchè ti pubblico un manifesto al giorno in cui spiego alla gente che fai affidare la gestione di Albano estate ad amichetti tuoi di cecchina, che affidi la gestione dei sistemi informativi ad amichetti di Andreassi, truccando, barando ma eludendo quello che vedi come la peste LA GARA PUBBLICA. Questo sei Nicola Marini un poveraccio!".

Il cittadino in questione ha organizzato per il 24 settembre un "Marini a Casa day", la sua è una lotta tutta personale contro il primo cittadino di Albano, ma con i suoi metodi sembra il primo a non rispettare le istituzioni di cui si erege su facebook a paladino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albano: il Sindaco Marini ingiuriato su Facebook con parolacce e insulti

RomaToday è in caricamento