Lunedì, 2 Agosto 2021
Albano Via Rufelli

Angelo Vassallo freddato dalla stessa arma della sparatoria di Cecchina?

Sono al vaglio degli inquirenti due armi sequestrate alla vigilessa killer di Albano per verificare se le armi abbiano sparato sia nella sparatoria di Cecchina, ma anche nell'omicidio di Angelo Vassallo, sindaco di Pollica

Il Sindaco salentino Angelo Vassallo potrebbe essere stato ‘freddato’ dalla stessa arma del duplice omicidio di Cecchina. Questo è il pensiero che gira nelle teste dei pm, incaricati di seguire il caso della vigilessa di Albano, arrestata nei giorni scorsi, con l'accusa di aver fatto parte del commando che il 30 Maggio scorso, ha ucciso due pregiudicati per un ‘regolamento di conti’, legato al traffico della droga.

I Carabinieri del Ris di Roma sono stati incaricati oggi di esaminare le due pistole, regolarmente denunciate e appartenenti alla vigilessa albanense. La consulenza tecnico-balistica è stata disposta per accertare non solo se quelle due armi abbiano sparato a Cecchina, ma anche nel caso dell'omicidio di Angelo Vassallo, l'ex sindaco di Pollica ucciso nel settembre dello scorso anno.
 
A disporre l'esame è stato il Procuratore Aggiunto di Roma Giancarlo Capaldo, titolare degli accertamenti sul duplice omicidio, insieme con i sostituti Rodolfo Sabelli e Giovanni Taglialatela, quest'ultimo magistrato della Procura di Velletri
 
Le armi in questione erano custodite dal padre e dal fratello della vigilessa arrestata, ora entrambi indagati per detenzione illegale di armi e proprio il padre della donna potrebbe essere il collegamento con il caso Vassallo.
 
Il possibile filo rosso, che potrebbe unire i delitti di Cecchina e del sindaco di Pollica, è stato al centro di un vertice che gli inquirenti romani hanno avuto nei giorni scorsi con il Procuratore di Salerno Franco Roberti ed il sostituto Rosa Volpe, in cui sono state stabilite strategie di collegamento ed effettuato il reciproco scambio di informazioni. 
 
Ora, le due pistole sequestrate saranno esaminate dagli esperti: in particolare sarà verificato il loro funzionamento. Presto si potrà scoprire la presenza di eventuali impronte digitali o tracce organiche, infine saranno compiute delle prove di sparo. I risultati saranno poi comparati con la banca dati dei delitti irrisolti.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angelo Vassallo freddato dalla stessa arma della sparatoria di Cecchina?

RomaToday è in caricamento