Albano Via Roncigliano

Piero Marrazzo torna a parlare e lo fa sull'inceneritore di Albano

Piero Marrazzo, dopo esser sceso in piazza contro la discarica di Riano dove vive, torna a parlare di rifiuti e tocca il tema scottante dell'inceneritore di Albano, su cui pende il giudizio del Consiglio di Stato

Non è bastata la sorpresa di vederlo sfilare in piazza contro l'idea di localizzare la nuova discarica di Roma a Riano dove lui vive, ma torna anche a parlare di argomenti caldi del suo mandato da governatore della Regione Lazio: Piero Marrazzo non si lascia così scappare la ghiotta occasione di tornare nel dibattito politico parlando di rifiuti e dalle colonne del quotidiano Il Tempo, in una sua intervista, getta una miccia su un argomento quanto mai rovente, l'inceneritore di Albano. L'impianto tanto voluto da Marrazzo, ma inviso agli abitanti sospeso dal Tar per le illegalità delle procedure di autorizzazioni e su cui si attende il giudizio del Consiglio di  Stato che dovrà esprimersi a breve.

"So bene che per quanto riguarda quest'ultimo caso la partita è congelata davanti al Consiglio di Stato, ma bisogna decidersi, se non ad Albano altri impianti dovranno essere realizzati.", dice Marrazzo in merito all'inceneritore e ancora "Il Prefetto ha parlato di situazioni temporanee ma non possono esserlo dal momento che ancora non è stato scelto il sito che ospiterà il quarto impianto, che io avevo individuato ad Albano, e soprattutto non si è deciso quanto investire nella differenziata".

Sulla questione non si è fatto attendere l'intervento  del Pd di Albano Centro che con la segretaria Federica Nobilio risponde alle dichiarazioni dell'ex governatore del Lazio.

"L'intervento di Piero Marrazzo, già commissario straordinario per la gestione dei rifiuti, sulle sorti dell'impianto di termovalorizzazione di Albano è alquanto sconveniente - dichiara la Nobilio - Riordiamo che la sua posizione sull'inceneritore creò a suo tempo non poche difficoltà al Partito Democratico di Albano che non è stato ascoltato per quanto riguardava la reale percezione del territorio".

"Ora dopo anni di silenzio, metre sfila contro la proposta di discarica a casa sua a Riano dove vive, continua a sostenere la necessità dell'inceneritore ad Albano o altrove- prosegue la Nobilio - Continua a esprimersi senza conoscere e comprendere le realtà territoriali, senza alcun rispetto anche delle scelte coraggiose e non sempre facili prese dall'amministrazione e dal Partito Democratico di Albano".

"Come amministrazione e come partito  abbiamo scelto di sostenere, condividere ed essere vicini alle battaglie dei cittadini sostenendo l'azione legale prima contro la realizzazione dell'inceneritore poi del VII invaso della discarica di Roncigliano. Ci dissociamo completamente dalle affermazioni di Marrazzo e lo preghiamo  di occuparsi di ciò che conosce. Per noi la risposta è nella raccolta differenziata e non in nuovi impianti e nuove buche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piero Marrazzo torna a parlare e lo fa sull'inceneritore di Albano

RomaToday è in caricamento