CastelliToday

Albano: il Coronavirus ferma il Bajocco Festival, meraviglia d'Italia

"Siamo l'evento della socializzazione, dobbiamo fermarci": è un arrivederci quello degli organizzatori del Bajocco Festival di Albano, manifestazione non compatibile con le norme anti-Covid

Un'immagine delle scorse edizioni del Bajocco Festival

Il Bajocco Festival di Albano, che per dieci anni consecutivi ha segnato la fine dell'estate nei Castelli Romani come manifestazione di chiusura dei diversi eventi estivi, quest'anno si ferma davanti al Coronavirus.

Erano già state fissate le date per l'edizione 2020 del Festival degli artisti di strada che doveva tenersi per le strade di Albano dall'11 al 13 settembre prossimi, ma si è optato per una momentanea sospensione.

"Bajocco Festival è una manifestazione culturale che prevede aggregazione e socializzazione: durante gli spettacoli si respira al meglio lo spirito della manifestazione, che va ben oltre la mera fruizione di un’opera performativa; è voglia e piacere di stare insieme, condivisione, scambio, incontro e oggi sono proprio queste le consuetudini più penalizzate dal virus e dalle misure contenitive imposte", scrive Gianluca Pelle presidente dell'Associazione Culturale XV MIGLIO, organizzatrice del Bajocco Festival.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nelle serate del Festival siamo abituati a vivere la nostra Città come se fosse un grande parco, un’area in cui incontrare vecchi amici o più semplicemente condividere con gli altri visitatori la gioia degli spettacoli proposti o riflettere sul messaggio lasciato dall’artista durante la sua performance - conclude il messaggio che comunica la sospensione della kermesse - Ora ci sentiamo un po’ nella stessa situazione, anche se solo col pensiero ci piace immaginare quante persone durante lo svolgimento della manifestazione hanno provato le stesse sensazioni, ci troviamo qui a riflettere del messaggio che tutto ciò ci lascia, un’esperienza formativa come il bagaglio che in questi anni abbiamo con soddisfazione spostato da parte a parte nella nostra Città per accogliere al meglio i numerosissimi visitatori. Ora spegniamo i motori della macchina che trasporta il nostro bagaglio, riprenderemo il viaggio appena possibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento