CastelliToday

Albano, inceneritore: sulla convenzione Coema-Gse tutto rimandato a settembre

I vertici del Ministero dello Sviluppo economico hanno incontrato una delegazione del Comitato No Inc di Albano rimandando a dicembre eventuali decisioni sul futuro dell'inceneritore di Roncigliano

Il Comitato No Inc sotto al Ministero dello sviluppo economico

Almeno fino a settembre si può tirare un sospiro di sollievo per quanto riguarda il possibile avvio dei lavori della costruzione dell'inceneritore di Albano: questo in poche parole il risultato dell'incontro tra i vertici del Ministero dello sviluppo econonomico e una delegazione del Comitato No inc, tenutesi stamane.

I militanti No Inc hanno incontrato il capo del Dipartimento per le Energie Rinnovabili per conto del Ministero per lo Sviluppo Economico, Leonardo Senni, e il vicedirettore del Dipartimento, Giampiero Castano per illustrare loro come a loro avviso i termini di legge per l’accesso ai fondi pubblici CIP-6 e Certificati Verdi, per la costruzione e gestione dell’Inceneritore di Roncigliano sono ampiamente scaduti.

Il Comitato dovrà ora depositare formalmente presso il protocollo del Ministero, un’istanza contenente tutte le leggi europee e nazionali, le convenzioni, le sentenze, i dati e documenti citati durante l'incontro di oggi che verrà replicato nel mese di settembre. Proprio questa data fa bene sperare in quanto Leonardo Senni del Ministero ha rassicurato i militanti No Inc che fino alla data del prossimo incontro non vi sarà, da parte del Ministero per lo Sviluppo Economico, alcuna decisione in merito all’annullamento o al rinnovo della famigerata convenzione Coema-Gse che dovrebbe fornire il supporto economico pubblico alla costruzione dell'impianto.

Intanto ieri alla vigilia dell'incontro Ministero-Comitati i sindaci di bacino che sversano i loro rifiuti a Roncigliano hanno inviato una lettera al Ministro Zanonato per chiedere di non ratificare l’accordo economico tra il GSE (Gestore Servizio Elettrico) e il Consorzio Coema: "Come Sindaci di questo territorio, indipendentemente dalle appartenenze politiche, ci stiamo battendo contro la costruzione di questo impianto che riteniamo nocivo e inutile".

La lettera dei Sindaci mette in luce come la convenzione preliminare tra Gse e Coema del 2009 aveva come presupposto la cantierizzazione di un lotto di terreno interno alla discarica per la costruzione della centrale elettrica. Tale cantierizzazione non è mai avvenuta come verbalizzato dalla Polizia Municipale di Albano in più occasioni.

I Primi Cittadini lanciano infine un appello al Ministro: "Siamo qui a chiederle che dia disposizioni affinché la convenzione preliminare con il Gse e Coema non venga rinnovata (atto che di fatto sancirebbe l'inizio reale della costruzione dell'impianto) e che, se possibile, tali fondi vengano destinati ad investimenti sul territorio per il recupero e riciclo delle materie prime anche tramite processi industriali a freddo". Fino a settembre cittadini e sindaci pare possano stare tranquilli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento