Sabato, 19 Giugno 2021
Albano Via Roncigliano

Albano: il Comitato No Inc denuncia il Ministro Clini per abuso d'ufficio

Dopo le dichiarazioni shock del Ministro Clini il Comitato No Inc di Albano non si spaventa e ha presentato una denuncia penale nei confronti del ministro per abuso di ufficio e violazione del segreto istruttorio

Daniele Castri, il referente legale del Comitato No Inc di Albano, lo aveva detto nelle sue dichiarazioni a caldo dopo che il Ministro Clini aveva annunciato di aver ricevuto per vie traverse notizie sullo sblocco della costruzione dell'inceneritore di Albano, che quelle dichiarazioni costituivano una violazione del segreto istrutturio.

Detto fatto è arrivata da parte del Comitato No Inc la denuncia e la querela penale nei confronti del Ministro dell'ambiente Corrado Clini per abuso d’ufficio e di potere e rivelazione ed utilizzazione di segreto istruttorio.

Le dichiarazioni del Ministro Clini sull'inceneritore di Albano che hanno avuto grande risalto anche sulla stampa nazionale per il Comitato No Inc sono una "palese violazione d’un preciso dovere di riservatezza e segretezza assoluta cui sono tenuti magistrati, funzionari pubblici nonché, ancor’prima, ministri della Repubblica".

Secondo quanto stabilito dall'articolo 276 del codice di procedura civile le decisioni degli Organi della Giustizia Amministrativa sono deliberate in segreto e tale segretezza e riservatezza resta tale fino all'atto di pubblicazione della decisione in cancelleria. Però dalla V sezione del Consiglio di Stato nessuna sentenza è stata ancora pubblicata in merito all'inceneritore di Albano. Comunicazioni in merito ai contenuti della sentenza prima della loro pubblicazione costituisce un reato penale.

"Il Prof. Clini, con le sue dichiarazioni, è entrato, di diritto,  è il caso di dirlo,  nella violazione suddetta dando comunicazione alla stampa d’una sentenza annunciata, quella relativa al tristemente noto inceneritore di Albano - dicono dal Comitato No Inc - Tali circostanze configurano ipotesi di reati penali previsti e puniti dagli art. 323 e 326 del codice penale: ovvero abuso d’ufficio e di potere e rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio".

Certo è che se il Ministro Clini conosce quello che è il vero contenuto della sentenza, a monte ci deve essere qualcuno che ha rivelato le notizie e per questo il comitato No Inc intende proprio per individuare gli eventuali responsabili chiedere il sequestro cautelare e immediato di tutti gli atti e documenti relativi alla camera di Consiglio del 28 Febbraio 2012 della V° Sezione del Consiglio di Stato nonché di tutti i successivi atti, documenti e registri di elaborazione della decisione.

"Crediamo, in attesa di sapere dalla Procura di Roma chi, come e quando ha commesso tali reati penali, che l’indipendenza, la terzietà e serenità di giudizio della V° sezione del Consiglio di Stato vada tutelata
da queste indebite e fortissime pressioni".

In settimana, inoltre, i No Inc annunciano il deposito, ai competenti Organi della Giustizia Comunitaria, d’un ulteriore esposto penale nei confronti del Ministro Clini che ha dichiarato che l'inceneritore di Albano verrebbe costruito con soldi pubblici destinati ad energie rinnovabili, i Cip 6. L’Unione Europea, però,  vieta tassativamente, dal 1° Gennaio 2009, l’utilizzo della contribuzione pubblica per gli impianti d’incenerimento.

"Inoltre - sostiene il Comitato - manca la gara d’appalto pubblica europea obbligatoria per legge, da diversi anni, in tutti gli stati membri UE, per importi di tale portata. L’assegnazione diretta senza gara d’appalto per l’inceneritore di Albano avvenne, è il caso di dirlo, per le vie brevi: con decreto di pubblica utilità firmato dalla premiata compagnia Marrazzo - Di Carlo. Clini se lo ricorda? Nessuno  difenda il folle progetto dell’inceneritore di Albano”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albano: il Comitato No Inc denuncia il Ministro Clini per abuso d'ufficio

RomaToday è in caricamento