Albano Piazza Costituente

Contro degrado urbano e inciviltà al via la campagna "Albano ti parla"

Un fiore e una sigaretta che parlano? No non siamo in un sogno, ma nella nuova campagna di comunicazione del comune di Albano, "Albano ti parla" appunto contro il degrado urbano e a favore di un maggior decoro cittadino

Degrado urbano: quante volte sentiamo usare questo termine per indicare zone cittadine abbandonate e poco curate, spesso però il degrado urbano è frutto degli stessi cittadini e del loro poco senso civile.

Alcuni esempi? Il pranzo consumato in spiaggia senza portarsi via il sacchetto della spazzatura, le sigarette gettate dalla macchina, la carta della caramella che il bambino getta per terra, saltare la fila, non rispettare le strisce pedonali, sono piccoli esempi che se moltiplicati e ingranditi producono proprio quel senso di abbandono di tante città.

Che fare allora per prevenire tutto questo? Direte voi: maggiori controlli, applicazione di sanzioni. Però anche la collaborazione e il buon senso di tutti può essere di grande aiuto, anche nel far sì che chi deturpa la propria città si senta in minoranza e capisca l'inciviltà del proprio gesto.

Per tentare di invertire la rotta e sensibilizzare i più al "voler bene alla propria città" a curarla perché "bene comune", partiranno dal prossimo sabato ad Albano i due progetti di partecipazione e sensibilizzazione verso la tutela del territorio: "Albano Ti parla" e "Decoro urbano".

"Albano ti parla" è una campagna di promozione sociale ideata dall’associazione F.A.R.E. per il Comune di Albano e che ha lo scopo di sensibilizzare i cittadini alla salvaguardia del territorio in cui vivono.

La campagna vedrà animarsi su manifesti, ma anche con la collaborazione delle scuole e i ragazzi che realizzeranno spot, slogan, temi e fumetti, i beni comuni della cittadina che chiederanno ai cittadini di rispettarli. Quindi i prossimi mesi i cittadini di Albano potranno vedere in giro per la città fiori, cagnolini e cicche di sigarette che parleranno e chiederanno loro di avere cura della città in cui vivono.

"Noi non crediamo che il degrado delle città sia una situazione inevitabile – afferma il responsabile dell’associazione F.A.R.E. Marco Alteri -. Assistiamo quotidianamente a piccoli gesti, all’apparenza innocui, che però fanno trapelare un grande senso di inciviltà, di egoismo e di maleducazione. E se si tollerano certi comportamenti, se non ci si indigna e si protesta questi atti si moltiplicano portandoci sì al vero degrado della società. Qualcosa deve cambiare e il cambiamento dipende dalle norme, dai controlli sulla loro applicazione, dal senso civico e dalla collaborazione di tutti. Se insieme riusciamo a far sentire chi degrada uno stupido, un ingrato, uno 'sfigato', la prossima volta ci penserà due volte prima lasciare i bisogni del suo cane in strada, di abbandonare in spiaggia la lattina di birra, di permettere a suo figlio di gettare la busta delle patatine per terra. Il primo passo, quello che vogliamo portare avanti con Albano ti parla, è di infrangere il silenzio, di far sentire forte l'indignazione di chi certi episodi incivili li subisce".

"Decoro Urbano" è invece un social network trasparente e gratuito per il dialogo con l'amministrazione. In modo semplice, infatti, ogni cittadino potrà segnalare un problema di competenza del Comune direttamente sul sito. L’amministrazione se ne farà carico e darà una risposta in merito. Il tutto in assoluta trasparenza, condivisione e partecipazione visto che il sito permette a tutti di avere il quadro completo dell’intero territorio.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro degrado urbano e inciviltà al via la campagna "Albano ti parla"

RomaToday è in caricamento