Albano Borgo Garibaldi

Albano: l'ASL Roma 6 virtuosa nei tempi di pagamento dei fornitori

La Asl Roma 6 è una delle aziende sanitarie più tempestive del Lazio nel pagamento ai fornitori. Secondo i dati della Regione, infatti, nel periodo che va da gennaio a ottobre 2017, l’azienda sanitaria dei Castelli ha pagato i propri debiti con un ritardo medio di 6 giorni

Foto di repertorio

Appena 6 giorni di ritardo nel pagamento dei fornitori: questo il dato che fa dell'ASL Rm6 una delle più virtuose e veloci nel territorio regionale nel pagamento ai fornitori. I dati sono stati diffusi dalla Regione Lazio per i primi 10 mesi del 2017.

La legge stabilisce che la pubblica amministrazione deve pagare i propri debiti entro 60 giorni, ma spesso i tempi si dilatano in maniera indeterminata, invece le performance dell'Asl Rm6 sono in netto miglioramento e nel mese di ottobre i pagamenti sono stati effettuati con quasi 8 giorni di anticipo.

“Sin dal mio insediamento, nello scorso ottobre, mi sono impegnato a fare in modo che la Asl Roma 6 pagasse i debiti che aveva in sospeso con i fornitori, molti dei quali risalivano persino a otto o nove anni prima - spiega il direttore generale, Narciso Mostarda - È una priorità di tutte le Aziende concordata con la Regione. Nel 2016 abbiamo pagato oltre 340 milioni di euro fra fatture del passato e spese ordinarie e abbiamo abbattuto gran parte del pregresso, in virtù del senso di responsabilità e della massima attenzione verso le aziende fornitrici. Questa è la prova che la Sanità nel Lazio sa essere efficiente e veloce”.
 
In merito alle notizie apparse nei giorni scorsi che parlano di 687 giorni di ritardo nel pagamento delle fatture 2016, l'Asl Rm6 è chiara: il dato penalizzante è in realtà frutto dell’intensa attività svolta per liquidare le fatture di anni precedenti, al fine di migliorare la pesantissima situazione debitoria e allineare la tempistica dei pagamenti a quella dettata dalla normativa.

“Il sistema di calcolo utilizzato, infatti, comporta che più è pregresso il debito che si abbatte, più l’indicatore di tempestività sale, nel periodo di riferimento - prosegue il direttore generale -Paradossalmente l’enorme azione di risanamento del debito portata avanti da questa amministrazione ha fatto elevare l’indicatore numerico e ciò ha dato luogo a una percezione del dato opposta rispetto alla realtà dei fatti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albano: l'ASL Roma 6 virtuosa nei tempi di pagamento dei fornitori

RomaToday è in caricamento