Albano Via del Mare

Pavona: latitante dei Casamonica in arresto per estorsione a un mobiliere

Aveva estorto a un mobiliere di Pavona una lussuosa cucina di 15mila euro e lo aveva picchiato e minacciato per non pagarla. Dopo una serie di indagini il malvivente è stato arrestato: era un latitante del clan Casamonica

Lo scorso gennaio aveva prima acquistato in un negozio di mobili di Pavona una lussuosa cucina dal valore di 15mila euro, se l'era fatta montare nella sua villa di Via del Mare e poi al momento del pagamento aveva preso a calci e pugni e minacciato il mobiliere per evitare il pagamento.

Il negoziante di Pavona non si è fatto intimorire dalle minacce del suo cliente presentatosi come Marco Caracciolo che lo aveva spaventato con frasi tipo “so dove vanno a scuola le tue figlie” e si è rivolto ai carabinieri di Castel Gandolfo che hanno accertato che il presunto Marco Caracciolo altro non era che un esponente del noto Clan dei Casamonica. I militari avevano accertato il fatto e restituito la mobilia estorta al negoziante.

Il malvivente, classe 1979, a seguito delle indagini per cui pendeva sulla sua testa un mandato di arresto si era reso irrepereribile cambiando speso domicilio e dopo un mese di ricerche i Carabinieri lo hanno trovato in un lussuoso rifugio arredato con marmi e broccati e dotato di tutti i confort, costruito sotto terra in via Migliarini nella borgata di Morena e condotto nel carcere di Velletri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pavona: latitante dei Casamonica in arresto per estorsione a un mobiliere

RomaToday è in caricamento