CastelliToday

Albano: 500 bambini per pulire piazze e parchi

Oltre 500 studenti di tutte le scuole di Albano hanno partecipato all'iniziativa "Puliamo il mondo" promossa da Legambiente. Una giornata per avvicinare i giovani verso i temi dello sviluppo sostenibile e il rispetto per l'ambiente

Fin dalle prime ore del mattino con un bel cappellino in testa verde e giallo, muniti di guanti, sacchi neri dell'immondizia e ramazze più di cinquecento bambini e ragazzi di tutte le scuole di Albano hanno aderito alla manifestazione Puliamo il mondo, che ha interessato le vie, le piazze e i parchi del territorio, in una giornata dove c'è stato spazio anche per la socializzazione, il gioco e una merenda fatta di pizza e crostate.

Per la prima volta dal 1993 Albano è stato uno dei tre presidi del Lazio che hanno aderito all'iniziativa di Legambiente per cui il Presidente del Circolo Appia Sud, Renato Arioli ha espresso il suo ringraziamento: "Il mio grazie va a tutta l'amministrazione e ai ragazzi che hanno preso con grande entusiasmo questa iniziativa. Puliamo il mondo dovrebbe essere fatto ogni giorno, perché il pianeta ha bisogno del nostro piccolo contributo quotidiano, partendo soprattutto dai più giovani".

Dopo oltre due ore di pulizie dei parchi e delle strade con tanti e tanti sacchi raccolti gli studenti e i loro insegnanti si sono ritrovati nella sede del Centro Anziani di Albano per ricevere il saluto del sindaco Nicola Marini: "Anche io voglio ringraziarvi per lo splendido lavoro che avete fatto. E un grazie va anche agli organizzatori, ai comitati di quartiere per il coordinamento e a tutti i volontari che hanno lavorato al fianco dell'amministrazione. Oggi, abbiamo posto l'attenzione su un tema importante, quello dello sviluppo sostenibile che è veicolo di pace. Sempre più spesso, infatti, le guerre sono legate allo sfruttamento delle risorse naturali ed è proprio per questo che nel 2004 il Nobel per la Pace è stato assegnato a Waangari Maathai. Una donna keniota, ambientalista e veterinaria che è stata premiata per il suo contributo allo sviluppo sostenibile, alla democrazia e alla pace. Per la prima volta questo premio è stato dato ad una persona, Maathai appunto, che nella sua vita si interessa di ambiente, di natura, di crescita controllata. E in questa occasione mi è sembrato giusto ricordarla, insieme ad un altro uomo a cui Legambiente ha voluto dedicare questa edizione di Puliamo il mondo: Angelo Vassallo, sindaco di Pollica ucciso ai primi di settembre. Un uomo che si è sempre distinto per il suo impegno in campo civile, ambientale e sociale e che, evidentemente, mancherà all'intera comunità".

L'amministrazione comunale inoltre ha ridato nuova vita ad un parco storico di Albano da tempo abbandonato, villa Carliseppe o meglio conosciuta come villa Ada. "Abbiamo ridato ai cittadini uno spazio che da troppo tempo era lasciato al totale abbandono - afferma il Presidente del Consiglio Massimiliano Borelli -. Villa Ada ha un fascino che da oggi, finalmente, può essere di nuovo goduto in tutta tranquillità. E in più, sullo spazio esterno alla villa è intervenuta la Provincia di Roma, garantendo anche l'accesso in totale sicurezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento