Albano Via San Francesco d'Assisi

Albano: con il progetto More&More si punta alla riduzione dei rifiuti

Presentata ieri presso l'assessorato all'ambiente di Albano l'adesione al progetto europeo More&More che mette in rete le aziende e industrie per ridurre la produzione di rifiuti e farli diventare una risorsa economica

L'amministrazione comunale di Albano ha aderito al progetto europeo  More&More che prevede l’organizzazione di due eco-distretti industriali nei territori dei Castelli Romani e della Provincia di Rieti per il riutilizzo e la rigenerazione dei prodotti di scarto.

Il progetto mette a disposizione per le aziende dei punti informativi per informarle sul progetto e dare supporto alla borsa on-line del rifiuto, strumento telematico del progetto che rappresenta una grande opportunità per le imprese laziali che vogliono trasformare i loro scarti in materie ancora utili per altri tipi di produzioni.

Già da inizio mese è attivo lo sportello informativo nel comune di Albano presso l'assessorato all'ambiente. Il progetto permette a tutte le aziende grandi e piccole di mettersi in rete e far sì che i rifiuti prodotti possano diventare a vicenda una risorsa, producendo sottoprodotti e materie prime.

Un esempio? Nei Castelli Romani si produce molto vino e  le cosiddette vinacce, un prodotto di scarto delle vigne, possono essere utilizzate dalle industrie cosmetiche e farmaceutiche per la produzione di polifenoli.

L'assessore all'ambiente Claudio Fiorani durante la conferenza stampa di presentazione del progetto ha parlato della volontà dell'amministrazione comunale di lavorare per la riduzione dei rifiuti: "Il progetto More&More si inserisce nell'attività dell'amministrazione di Albano orientata alla riduzione dei rifiuti e alla limitazione del conferimento di questi in discarica. Per esempio stiamo già avviando il censimento in tutto il territorio comunale per il compostaggio domestico e in accordo con la Volsca Ambiente e il Comune di Velletri verrà realizzata proprio nel comune veliterno una compostiera industriale".

Al progetto More&More collabora come partner l'Università di Roma La Sapienza che sta delineando un progetto di ricerca per individuare le filiere della produzione dei rifiuti nel territorio dei Castelli Romani e determinare come chiuderle e a settembre partiranno delle tavole rotonde con le aziende proprio per coinvolgerle nel progetto e capire come migliorarne il rendimento attraverso un business plan.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albano: con il progetto More&More si punta alla riduzione dei rifiuti

RomaToday è in caricamento