rotate-mobile
Pineta Sacchetti Pineta Sacchetti / Via Francesco Albergotti

Gioco d'azzardo e senza dimora, il municipio chiude il parco giochi

L'assessorato all'ambiente del XIII ha deciso di mettere i lucchetti all'area ludica dopo numerosi bivacchi. Lo sgombero dell'ex auditorium Albergotti, infatti, ha fatto spostare i disperati che vi avevano trovato riparo

L'8 febbraio la Polizia Locale di Roma Capitale e la Polizia di Stato hanno sgomberato l'area dell'ex auditorium Albergotti, a Valle Aurelia. Pochi giorni dopo una parte delle persone che vivevano nella struttura abbandonata, andata a fuoco nel 2016, si sono riversate nelle zone limitrofe. Anche nel parco giochi di via Francesco Albergotti, proprio accanto a un'asilo nido comunale. 

Chiude il parco giochi a causa dei bivacchi

La situazione la racconta a RomaToday Fabio, fotoreporter, residente nella zona di Valle Aurelia in XIII municipio: "E' problematica - ammette - perché c'è un gruppo di persone, per lo più straniere, che hanno monopolizzato l'area della Pineta e spesso si spostavano anche nel parco dei bambini lì accanto. Giocano d'azzardo, si mettono coi tavoli, le tende. E spesso ci dormivano anche, sotto la tettoia con le panchine". E così, circa 10 giorni fa, il municipio è corso ai ripari e ha chiuso il cancello con catena e lucchetto. "A me va anche bene - conclude Fabio - perché così si elimina il degrado. Però a questo punto in futuro si desse il parco alla scuola, così lo usano solo i bambini dell'asilo". 

DOSSIER - L'Auditorium della 'Roma incompiuta': uno scheletro di cemento da 5 milioni di euro

Il municipio: "Abbiamo dovuto, vogliamo riaprirlo"

L'assessora all'ambiente del XIII, Cinzia Giardini, spiega: "Dopo lo sgombero dell'auditorium - fa sapere - dopo il quale abbiamo recuperato l'area intorno alla struttura, levando la rete verde che era anche brutta a vedersi, c'è stato uno spostamento di alcune di queste persone che hanno iniziato a bivaccare nel parco giochi. C'era un'associazione che si occupava di aprire e chiudere il cancello, con un regolare bando, ma la situazione era peggiorata, così abbiamo chiuso. L'obiettivo dell'amministrazione è, dopo aver riqualificato l'area, di riaprire". 

Il Cdq: "Roulotte e insediamenti, quartiere meno sicuro"

Ma la zona di via Albergotti è apparentemente presa di mira da chi cerca un posto dove passare la notte e non solo. Franco De Luca, presidente del comitato di via Stampini, aggiunge un pezzo al racconto: "A ridosso della stazione Agip - denuncia - da diversi giorni alcune famiglie e altre persone hanno adibito a insediamento un parcheggio che veniva usato dai residenti, hanno roulotte e altri camion in cui dormono, saranno 4 o 5 mezzi fissi. Fino a qualche tempo fa, tra via Pineta Sacchetti e via Stampini c'era un insediamento abusivo, poi sgomberato. Ormai dopo le 21 non usciamo più tanto volentieri, anche perché non c'è controllo della zona".

La Lega organizza un sit-in di protesta

Giovedì 2 marzo dalle 18, davanti all'ingresso del parco Lenzini, in via Vezio Crisafulli (circa 2 km da zona Albergotti) l'ex consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini, ha organizzato un sit-in di protesta insieme ad un gruppo di cittadini della zona per dire "basta agli insediamenti, ai furti e agli atti di vandalismo" che stanno caratterizzando il quadrante Aurelio-Boccea nelle ultime settimane. 

Roma, accoltellato in strada in via Anastasio II: muore 50enne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco d'azzardo e senza dimora, il municipio chiude il parco giochi

RomaToday è in caricamento