Aurelio Valle Aurelia / Via Gioacchino Ventura

Il Parco del Pineto tra montagne di rifiuti e baracche: "Condizioni indegne"

L'ingresso in zona Valle Aurelia soffoca tra i rifiuti: materassi, infissi e ingombranti in pezzi. FdI attacca Raggi e Zingaretti: "Simbolo di incompetenza e fallimento"

La via di accesso del Parco del Pineto nella zona di Valle Aurelia è una vera e propria discarica a cielo aperto. Lungo il viottolo montagne di rifiuti accompagnano chi cerca di addentrarsi nel polmone verde della Capitale: parco cittadino e area naturale protetta, con i suoi 240 ettari nella città di Roma è secondo per grandezza solo al Parco regionale dell'Appia antica.

Parco del Pineto, montagne di rifiuti e tuguri

Ma il biglietto da visita è desolante, tra alberi e verde c’è quanto nel tempo è stato sversato illecitamente: infissi, materassi, vecchi mobili e poi ancora copertoni, buste di immondizia, contenitori e bottiglie di plastica. Nascosto tra i rovi anche un insediamento abusivo: rifugio per disperati tra fango e sporcizia. Un tugurio al freddo, dove si vive in condizioni igienico sanitarie disumane. 

Fratelli d'Italia attacca: "Indegno per la Capitale"

“Una situazione intollerabile non degna di una Capitale d’Italia” - hanno tuonato a margine di un sopralluogo la consigliera regionale duìi Fratelli d’Italia Chiara Colosimo, il capogruppo di Fdi in Municipio XIII, Marco Giovagnorio, e la coordinatrice del partito di Giorgia Meloni nel Municipio Roma Aurelio, Eleonora Nalli.

“Ancora una volta, quindi, ci troviamo a testimoniare il fallimento e l’incompetenza della Giunta Raggi che ha abbandonato al proprio destino interi quartieri della città”. Gli esponenti del centrodestra ne hanno per tutti. “Non va dimenticata, inoltre, la responsabilità della giunta Zingaretti. Il Pineto, infatti, - spiegano Colosimo, Giovagnorio e Nalli - è un parco di competenza regionale e, ironia della sorte, lambisce proprio le case dell’Ater. E’ indubbio che situazioni del genere, che purtroppo si incontrano spesso girando per la Capitale, lasciano sgomenti e senza parole, ma rappresentano un ulteriore stimolo a mettere in campo ogni sforzo per cambiare il destino e il futuro della nostra città”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parco del Pineto tra montagne di rifiuti e baracche: "Condizioni indegne"

RomaToday è in caricamento