menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il depuratore di Palmarola

il depuratore di Palmarola

Maglianella, arriva il nuovo collettore: verso lo smantellamento il depuratore di Palmarola

La presidente della commissione Lavori Pubblici: "Opera completata entro il 2022"

Procede il risanamento igienico-sanitario del quadrante ovest di Roma e il completamento delle grandi dorsali di drenaggio delle acque reflue cittadine. “Grazie al grande lavoro svolto da Acea ATO/2, entro i primi mesi del 2022 sarà ultimato il VI tronco dell'adduttrice fognaria della Maglianella che, assieme al II tronco del collettore di Ponte Ladrone e al III tronco del collettore della Crescenza che andrà a eliminare il depuratore di Isola Farnese, completerà la rete dei grandi collettori di Roma”. Ad annunciarlo la consigliera del M5s e presidente della commissione capitolina Lavori Pubblici, Alessandra Agnello

Maglianella, arriva il nuovo collettore

La realizzazione di questa infrastruttura lunga circa 20 km, a cui seguirà lo smantellamento del depuratore di Palmarola oramai non più sufficiente e di due scarichi fognari non a norma, consentirà di convogliare le acque reflue di circa 160.000 abitanti verso l'impianto di depurazione di Roma Sud, su cui Acea ATO/2 ha stanziato un budget di 82 milioni di euro per il quadriennio 2020-2024.

Il depuratore di Palmarola verso lo smantellamento

“Si potrà quindi giungere al duplice obiettivo di riqualificare l'area del depuratore e di tutto il bacino idrografico e si potranno regolarizzare e fornire di servizi tutte quelle utenze, in particolare dei quartieri Ottavia/Lucchina e Palmarola, che hanno avuto problemi di autorizzazioni per via della saturazione del vecchio depuratore” - ha aggiunto il consigliere grillino in Municipio XIV, Alessandro Volpi.

“Un altro importante obiettivo raggiunto dall'attuale Amministrazione che, in quasi 5 anni - ha ricordato la presidente Agnello -, ha realizzato tantissime reti fognarie e idriche e ha consegnato svariati acquedotti Arsial ad Acea ATO/2, con il risultato di aver finalmente consentito a tanti cittadini di poter disporre di acqua a uso umano dopo decenni di estenuante attesa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento