menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Davanti alle case popolari carcasse d'auto, rifiuti e siringhe: "Panorama che ruba infanzia ai bambini"

Il blitz dei giovani della Lega del Municipio XIII per pulire, autotassandosi per l’acquisto dei materiali, parte delle aree comuni dei palazzoni popolari di Torrevecchia

Carcasse d’auto quasi del tutto carbonizzate e mangiate dalla ruggine, rifiuti accumulati davanti ai cassonetti, nel verde incolto che circonda i grandi palazzi vecchi elettrodomestici, copertoni, profilattici usati e addirittura siringhe. E’ questo il panorama sul quale si affacciano le case popolari di Torrevecchia, “periferia dove - sostengono i giovani della Lega - la parola d’ordine tra i residenti è ‘sopravvivere’.”

Carcasse d'auto, rifiuti e siringhe sotto le case popolari

“In questa zona la sporcizia aumenta ogni giorno, l’incuria dilagante genera degrado urbano. L’assenza di legalità, di sicurezza e di igiene sono così tangibili da tagliare il fiato anche al passante più distratto. E’ qui tra residui di rifiuti domestici, scarti di marmitte, vetri rotti e materassi, dove al posto dei fiori e degli alberi c’è la sterpaglia bucata da siringhe usate e preservativi che i bambini trascorrono la loro infanzia” - denuncia Francesco Collarino, coordinatore Lega Giovani del Municipio XIII. 

I giovani della Lega si autotassano per pulire parti comuni dei palazzi popolari

E’ stato proprio un gruppetto di ragazzi iscritti al partito di Matteo Salvini, tutti tra i 23 e i 25 anni, che, autotassandosi per l’acquisto di scope, raccoglitori e sacchi condominiali, ha ripulito l’intorno di parte della case popolari di Torrevecchia. 

“Eravamo già stati a Torrevecchia nel novembre dell’anno scorso, quando feci rimuovere un’auto rubata e incenerita che, da non so quanti anni permaneva negli spiazzi adiacenti i parcheggi condominiali – continua Collarino nella nota – e che nonostante le richieste di rimozione nessuna amministrazione si era premurata di togliere. A distanza di un anno, purtroppo, la situazione qui non è affatto migliorata, c’è un’altra vettura incenerita da togliere e per la quale ho già fatto domanda di rimozione e che seguirò giorno dopo giorno finché non verrà portata via. Inoltre – prosegue l’esponente leghista – abbiamo ripulito dai rifiuti più disparati le aree comuni, per consentire ai residenti e ai loro bimbi di trascorrere in sicurezza i momenti di socialità all’aperto”.

Torrevecchia: "Abitanti case popolari non sono cittadini di serie B"

Poi il monito alla politica. “Gli abitanti di queste palazzine non sono cittadini di serie B e non vanno considerati come ‘figli di un Dio minore’, anzi la politica ha il compito di riallacciare le fila dei tessuti urbani degradati per riportare dignità sociale proprio laddove ce n’è più bisogno”. 

“Il problema – attacca Collarino – è che questa amministrazione 5Stelle continua ad ignorare le richieste del territorio che amministra e difetta di iniziative e di buona volontà, basta volersi sporcare le mani e i danni si risolvono. Invece le periferie e le borgate di Roma sono sempre più vicine al Bronx e alle bidonville, i residenti abbandonati a sé stessi e questo significa consentire alla criminalità di fare qui il proprio terreno di conquista. La sindaca Raggi sa dov’è Torrevecchia?”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento