menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boccea sprofonda, a due mesi dal cantiere voragine sulla preferenziale

Cratere nel mezzo della preferenziale di via Boccea voluta dal Comune, la Lega attacca: "Sfortuna o approssimazione a Cinque Stelle?"

Traffico rallentato e transenne su strada in via Boccea dove questa mattina si è aperta una voragine. La grossa buca proprio nel mezzo della corsia preferenziale arrivata sulla grande arteria del Municipio XIII a fine novembre. 

Voragine a Boccea: si “apre” la preferenziale

Una corsia dedicata ai mezzi pubblici contestata da parte del quartiere preoccupata per la perdita di “circa 30 posti auto” e anche da alcuni esercenti con la storica torrefazione Castroni a dire ‘No’ con un cartello in romanesco e caratteri cubitali. 

Sul posto, intorno alla voragine aperta di via Boccea, Vigili del Fuoco e Polizia Locale. Bus e taxi deviati, viabilità in tilt in un quadrante già di per se molto congestionato. 

La Lega contro la preferenziale di Boccea

“Ecco i ‘magnifici’ lavori dei 5 stelle! Ci siamo sempre espressi in modo contrario all’apertura di questa corsia preferenziale, perché, lo ribadisco, è un’opera inutile. I cittadini non la vogliono e neanche i commercianti di zona, lo storico bar Castroni in primis, perché sottrae almeno 30 parcheggi, proprio dove c’è enorme difficoltà di sosta. Inoltre – ha detto il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannininon agevola il transito dei mezzi pubblici perché delle 16 linee che transitano da via Boccea a piazza dei Giureconsulti, solo due autobus il 916 e l’889 si servono dei cento metri di questa preferenziale”.

Sotto accusa i lavori di fine novembre rivendicati con orgoglio dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi che aveva sottolineato come la preferenziale sarebbe servita “a ridurre i tempi di percorrenza dei bus e quindi le attese dei cittadini alle fermate”. 

Preferenziale Boccea, si apre voragine: “Lavori approssimativi”

“Che sia il risultato dovuto alla sfortuna o all’approssimazione nell’eseguire i lavori, forse finiti in fretta e furia per accelerare sull’inaugurazione dell’opera?” – si chiede il coordinatore della Lega in Municipio XIII, Angelo Belli

“E il fatto vergognoso – accusano i due leghisti - è che questa mattina non era presente nessun esponente dell’amministrazione pentastellata. Nonostante sia un’opera costata ben 100mila euro”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento