AurelioToday

Aurelio, "ogni volta che piove è un danno": i negozianti lanciano una petizione on line

La testimonianza: "Attività chiuse per rimuovere l'acqua, condomini allagati". La presidente del Municipio XIII, Castagnetta: "Anni di incuria pesano sui nostri quartieri"

Via Aurelia durante il temporale di venerdì

"Ogni volta che c'è un temporale, è un danno". Questo il commento di Silvia De Francesco, titolare del negozio Crea & Vesti, dopo i disagi vissuti sulla pelle di commercianti e condomini di via Aurelia. La stessa De Francesco, a RomaToday, ieri 21 maggio ha testimoniato la situazione in zona poche ore dopo il nubifragio: alcune attività chiuse, altre invece sono state aperte a singhiozzo, per la presenza nei locali di acqua e fango. E adesso ha deciso di lanciare una petizione on line, diretta alla sindaca Virginia Raggi e alla presidente del Municipio XIII, Giuseppina Castegnetta

"Non se ne può più, per noi ogni volta che piove è un vero disastro e, soprattutto, un costo – è scritto nella petizione – attività chiuse per rimuovere l’acqua dai negozi, condomini allagati. Nel temporale tra venerdì 19 e sabato 20 maggio, causa le caditoie e i tombini ostruiti per la mancanza di pulizia delle strade ma soprattutto perché molte di esse sono ricoperte dall’asfalto e, quindi, la capienza per far defluire le acque è insufficiente, si forma un fiume d’acqua in piena agevolato dalla pendenza di via Aurelia che – si legge – salendo a svariati centimentri, entra nelle attività e nei condomini. Il passaggio delle autovetture, poi, favorisce le onde che alzano il livello dell’acqua già entrata negli immobili". Criticità, peraltro, sono state registrate anche su parte di piazzale Gregorio VII.

De Francesco ha inoltre ricordato: "Avevo già inviato informazioni, via mail, alla minisindaca, il 1 settembre scorso: mai avuto una risposta. In tanti, anche negli anni precedenti, hanno sottoposto all’attenzione delle istituzioni il problema. Ma non è stato fatto nulla. Il livello di sopportazione è ormai oltrepassato: adesso basta".

Nel frattempo Castagnetta, sul proprio profilo Facebook, ha detto: “Anni di incuria che ancora pesano sui nostri quartieri, perché i problemi strutturali di smaltimento delle acque piovane non sono mai stati affrontati e risolti. Oggi (22 maggio, ndr) incontro, in sopralluogo, i cittadini che hanno sofferto per le ultime piogge". Questa, tra le altre cose, sarà l'occasione "per trovare soluzioni" che non sia semplicemente "la pulizia delle caditoie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento