Sabato, 24 Luglio 2021
Boccea Ottavia / Via Casal del Marmo, 212

Testimonianze, mostre e film: così la scuola di Casal del Marmo combatte il razzismo

L'iniziativa all'IC Pablo Neruda che diventa "porto aperto": dagli alunni opere d'arte e pensieri per chi soffre o è in difficoltà

Un programma di eventi serrato tra mostre, incontri, dibattiti e proiezioni di film all'IC Pablo Neruda che, in questa settimana, è diventato "porto aperto".

Già perchè nella scuola di via Casal del Marmo, grazie all'impegno della dirigente scolastica e del corpo docenti, si celebra la giornata mondiale contro il razzismo: non solo il 21 marzo, ma per quattro giorni consecutivi.

L'IC Pablo Neruda "porto aperto"

Per i bambini di elementari e medie didattica alternativa tra cinema, arte e testimonianze dirette grazie alla collaborazione nel progetto di Amnesty International, Comunità di Sant'Egidio e Centro Astalli.

"Abbiamo deciso di organizzare una serie di eventi per affrontare l'argomento del razzismo in un momento storico importante e nel quale spesso si rischia di fare confusione. Un'iniziativa fortemente voluta dal corpo docenti. Molto importanti saranno gli incontri con persone ospiti della comunità di Sant'Egidio o del Centro Astalli" - hanno detto a RomaToday dall'IC Pablo Neruda.

A Casal del Marmo la scuola contro il razzismo

Un evento della scuola ma aperto a tutto il territorio: nei locali di via Casal del Marmo 212 la mostra degli alunni che per l'occasione hanno anche confezionato delle pergamene "nelle quali - spiegano le maestre - hanno scritto i loro pensieri per le persone in difficoltà".

Così l'IC Pablo Neruda diventa "porto aperto": dai banchi di scuola il 'No' al razzismo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testimonianze, mostre e film: così la scuola di Casal del Marmo combatte il razzismo

RomaToday è in caricamento