Martedì, 15 Giugno 2021
Aurelio Boccea

IDI, Cuozzo (Ugl): “Protesteremo fino a quando non avremo risposte”

Continua il presidio dei lavoratori senza stipendio dell'azienda ospedaliera San Carlo di Nancy. Ugl: "Incontro in Campidoglio e Prefettura"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Oggi, per il terzo giorno, le lavoratrici e i lavoratori dell’ospedale San Carlo Idi sono in presidio a piazza Irnerio, per chiedere dignità, la stessa che quotidianamente, con il proprio lavoro, garantiscono ai pazienti della struttura. Non è ammissibile che le sale operatorie possano essere aperte solo per le emergenze perché mancano garze e disinfettanti. E questo è solo un esempio della grave situazione in cui versa la struttura sanitaria”.
Lo dichiara il segretario dell’Ugl Sanità Roma e Lazio, Antonio Cuozzo. In piazza con i lavoratori, il dirigente dell’Ugl Sanità Roma , Antonio Astorino, e le rsa Ugl Antonio Bultrini e Emiliano Luciano che, insieme a Cgil Cisl e Uil, “chiedono ai vertici del Gruppo Idi Sanità di assumere un atteggiamento responsabile - afferma Cuozzo -, perché è inaccettabile che, per i 1500 dipendenti dell’ospedale e le loro famiglie, ricevere lo stipendio mensile sia diventato un ‘terno al lotto’”.

“Il grave disagio sociale dei lavoratori San Carlo - prosegue Cuozzo - è peraltro lo stesso di tutti i dipendenti del Gruppo Idi Sanità, a dimostrazione del fatto che i vertici aziendali hanno fatto dell’irresponsabilità il modo prioritario con cui condurre le relazioni sindacali”.

“Dopo la richiesta dei sindacati - conclude -, la prossima settimana il prefetto dovrebbe convocare un incontro con l’azienda per un tentativo di conciliazione. Intanto, ieri una delegazione dell’Ugl ha incontrato in Campidoglio il presidente della Commissione Bilancio di Roma Capitale, Federico Guidi, per chiedere maggiore attenzione su una vertenza che mette a rischio il futuro non solo di migliaia di famiglie, ma anche di un importante servizio sanitario per i cittadini del XVIII Municipio e dei quartieri limitrofi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IDI, Cuozzo (Ugl): “Protesteremo fino a quando non avremo risposte”

RomaToday è in caricamento