rotate-mobile
Aurelio Aurelio / Via Gregorio VII

Gregorio VII, tornano i cinghiali (e la paura dei residenti)

Proprio dietro San Pietro torna un cinghiale solitario che si aggira di notte e di giorno. Nel 2020 ne furono abbattuti 7

La presenza dei cinghiali nel contesto urbano è ancora una realtà. Dopo mesi di relativa calma, nella zona di Gregorio VII sono ripresi gli avvistamenti. In pieno centro di Roma, alle 5 del mattino ma anche alle 9 e alle 17. Anna, un'abitante di via Gregorio VII lo ha incontrato in via Cardinal Cassetta alle prime luci dell'alba mentre portava a spasso il cane.  Dopo essersi allontanata lo ha ritrovato davanti all'edicola di via Gregorio VII. 

Il cinghiale è stato anche avvistato nei giorni scorsi mentre rovistava nei cassonetti di fronte al Carrefour di pomeriggio e vicino al mercato di via San Silverio, inaugurato lunedì. Qui è stato avvistato da mamma e figlia alle ore 9.  Il timore è anche per la vicina scuola, l'Istituto Comprensivo Piazza Borgoncini Duca. 

Gregorio VII non è nuovo alla presenza di ungulati. Nel 2020 il quartiere attirò l'attenzione dell'opinione pubblica quando 7 cinghiali, una mamma coi suoi cuccioli, entrarono nel giardino Mario Moderni di via della cava Aurelia. Qui vennero rinchiusi per 24 ore. Il problema venne risolto con un'azione della polizia che sparò dei dardi soporiferi, per permettere ai veterinari di sottoporli a eutanasia e portare via i loro corpi senza vita.

L'azione avvenne durante l'amministrazione Raggi e fu molto discussa. Oggi il problema si è ripresentato e spaventa gli abitanti. Si tratta di un cinghiale solengo (termine toscano utilizzato per definire un esemplare vecchio) maschio, perché si aggira solo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gregorio VII, tornano i cinghiali (e la paura dei residenti)

RomaToday è in caricamento