AurelioToday

Municipio 13, grillini spaccati? Ligi e Federici si dimettono da presidenti di commissione

I consiglieri hanno lasciato il posto, sminuiscono entrambi parlando di "normale avvicendamento delle cariche", una procedura che però non ha precedenti nè eguali in altri municipi. Mentre c'è chi racconta di frizioni con la giunta

I consiglieri di maggioranza del XIII municipio

Ancora una grana per i pentastellati municipali. Dopo il caso Di Camillo, il consigliere accusato di incompatibilità perché titolare di un nido convenzionato con il Comune di Roma, il caos si sposta nella vicina XIII circoscrizione. 

I consiglieri Cinque Stelle Augusto Ligi e Davide Federici hanno lasciato le rispettive presidenze delle commissioni Lavori Pubblici e Ambiente con una nota protocollata lo scorso giovedì. "Rientra in un normale avvicendamento delle cariche - spiega a RomaToday il consigliere Federici - si sta discutendo anche nelle commissioni capitoline di far ruotare i presidenti di commissione"

Stessa giustificazione per Ligi: "Ho fatto un passo indietro per permettere agli altri consiglieri di fare questa esperienza". Una pratica, quella della rotazione dei presidenti, che non ha precedenti nè uguali negli altri municipi. Ci dobbiamo aspettare quindi che accadrà la stessa cosa per le restanti sei commissioni? "Questo non glielo so dire". 

La presidente Castagnetta interpellata dal nostro giornale sminuisce i fatti - "non è una notizia" - parlando anche lei di "normale avvicendamento". Ma tra i consiglieri municipali c'è chi scommette, e racconta, di frizioni con la giunta della minisindaca, parlando di comunicazione difficile con non poche incomprensioni e richieste di atti e documenti rimaste inevase. 

"Dispiace che a dimettersi siano i presidenti che stavano lavorando meglio - commenta il consigliere di Fratelli d'Italia, Marco Giovagnorio - ma una cosa è certa, in municipio 13, non è per nulla semplice lavorare in sinergia con la Presidente e la Giunta". E sull'ipotesi di avvicendamento delle cariche? "Non ce ne ha mai parlato nessuno". Già dalla prossima settimana si riuniranno le commissioni per votare i nuovi presidenti, anche questi pro tempore, almeno stando alla disciplina di rotazione che avrebbe spinto i presidenti a lasciare il posto. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento