menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caldo soffocante all'anagrafico, i dipendenti lasciano gli uffici: "Aria condizionata rotta da un mese, ci trattano come bestie"

L'impianto è guasto da settimane e nessuno è ancora intervenuto a ripararlo. Domani il tema sarà oggetto di una commissione Trasparenza

C’è chi ha lasciato l’ufficio perché l’aria, senza esagerazioni, era soffocante. "Due dipendenti sono svenute" raccontano gli impiegati "una è finita in ospedale". Una mattinata infernale negli uffici anagrafici del municipio XIII, al civico 470 di via Aurelia. L’impianto per l’aria condizionata è rotto, e lavorare senza un minimo di refrigerio, con il calore emanato da stampanti, computer, macchinari, era proibitivo. Così gli sportelli hanno chiuso a metà mattina. 

“Deve scapparci il morto? Ci trattano come bestie. Oggi siamo arrivati a 39 gradi, io ho una certa età”. A parlare a RomaToday è Flavia, dipendente dell’anagrafico di via Aurelia. Il nome è di fantasia per rispettarmi la privacy. Non ne può più, e con lei gli altri dieci dipendenti dell’anagrafico del municipio. "E' da inizio giugno che l’aria condizionata è rotta, nessuno è ancora intervenuto, abbiamo alla presidente del municipio, al direttore, nessuno ci ascolta e nessuno interviene. Mi sono portata un ventilatore da casa, ma l'aria è calda". 

Già a inizio mese i dipendenti si erano fatti sentire, strappando la promessa che il guasto sarebbe stato presto riparato. La misura è colma, e la rabbia è esplosa. Alle 11 di oggi i lavoratori se ne sono andati. L'ufficio ha chiuso due ore in anticipo, con annessi disservizi per i romani in fila per carte d'identità e certificati vari. 

"Solidarietà agli impiegati del servizio anagrafico costretti a lavorare in condizioni disumane" commentano i consiglieri Marco Giovagnorio, capogruppo di Fratelli d'Italia e Tony Mele, del gruppo Misto. "Per garantire la continuazione dei servizi e la tutela degli impiegati abbiamo convocato, per domani, una Commissione Trasparenza. Ringraziamo il Direttore del Municipio per gli sforzi profusi nel gestire la vicenda in assenza di un sostegno proficuo della parte politica. L’incapacità palesata dalla giunta grillina è a dir poco imbarazzante". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento