menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio alla cupola carbonizzata dell’Albergotti: le travi rimosse saranno riutilizzate per la ricostruzione

Al via il cantiere per il recupero dell’auditorium andato in fumo ancor prima di nascere. Raggi: “Restituiamo polo culturale a collettività”

La cupola dell’Albergotti non esiste più: è stata smantellata la copertura carbonizzata dell’auditorium andato a fuoco nel 2016, proprio alla vigilia della sua inaugurazione. 

L’auditorium Albergotti verso la ricostruzione

Dopo il cantiere infinito, durato più di un decennio tra stop, fondi bloccati e rinvii, l’auditorium Albergotti sarebbe dovuto diventare il polo musicale dell’intero quadrante: il rogo ha però mandato in fumo i sogni di Pineta Sacchetti e Boccea con la struttura rimasta vuota e abbandonata fino ad oggi. 

Dopo l’incendio, le indagini. Poi l’attesa e la quantificazione del danno da parte del Tribunale Civile di Roma: 900mila euro circa la somma arrivata dalle assicurazioni e che sarà utilizzata per la ricostruzione. Il futuro dell’Albergotti è stato deciso attraverso un percorso partecipativo con i cittadini e le realtà del Municipio XIII. 

L'Albergotti risorge dalle ceneri: saranno i cittadini a decidere il futuro dell'auditorium distrutto dalle fiamme

La sindaca Raggi al cantiere dell’Albergotti: “Travi rimosse saranno riutilizzate”

“Sarà un centro polifunzionale che potrà ospitare attività sportive, didattiche e culturali” - ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, arrivata al cantiere insieme alla presidente dell’Aurelio, Giuseppina Castagnetta, per vedere come procedono i lavori di recupero. “Siamo nella fase di smantellamento della copertura, quella cupola carbonizzata che si vedeva arrivando da via della Pineta Sacchetti. Ogni trave rimossa, prima di essere smaltita, verrà ispezionata per capire se potrà essere riutilizzata”. “Eventualmente - ha aggiunto la minisindaca del XIII - per la fase di ricostruzione”. 

Nel nuovo auditorium Albergotti non solo musica, Raggi: "Destino deciso con i cittadini"

Da auditorium a spazio polifunzionale

L’idea del territorio che si è confrontato sul destino dell’ormai ex auditorium è che sotto la nuova cupola dell’Albergotti possano trovare spazio attività sportive e culturali, come teatro, cinema, mostre e arene estive; attività didattiche, oltre che convegni ed eventi organizzati dalle istituzioni, dalle scuole e dalle associazioni. 

Il completo recupero di un’opera da restituire alla collettività che, a quasi vent’anni dalla posa della prima pietra e circa 4milioni di euro spesi, non ci ha messo mai piede. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento